Jump to content
MV News
  • Nuova grafica
  • Con l'ultimo aggiornamento abbiamo installato un tema che permette agli utenti di selezionare la palette di colori preferita. Basta cliccare sul pennello nella barra utente in alto e si potrà in piena autonomia cambiare il colore dell'header e delle barre del forum.


  • Member Statistics

    • Total Members
      2,187
    • Most Online
      609

    Newest Member
    tatello51
    Joined
    •   
    Chatbox
    Load More
    You don't have permission to chat.
  • Who's Online (See full list)

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      3.4k
    • Total Posts
      38.8k
  • Latest Registered Members

Investe un cinghiale con lo scooter a Roma Nord


Edo57
 Share

Recommended Posts

l'uomo è in coma, dopo essersi scontrato con un cinghiale alle ore 23 di ieri; 

sono particolarmente impressionato dal fatto che, nonostante dalle mie parti gli impatti notturni delle automobili coi cinghiali siano frequenti, mai finora avevo letto di incidenti simili in moto; eppure, il numero di sinistri riportato nell'articolo è quantomeno impressionante. 

https://roma.repubblica.it/cronaca/2023/01/13/news/motociclista_perde_controllo_scooter_dopo_impatto_con_cinghiale_gravissimo-383384987/ 

Edited by Edo57
Link to comment
Share on other sites

Moderator

Problema serio e sentito, visto che spesso mi ci imbatto, lavorando e vivendo proprio a Roma Nord, purtroppo l'immondizia presente attira vari animali, oltre al cinghiale abbiamo gabbiani e, lupi, senza dimenticarci della pantera, avvistata tanti anni fa e, mai catturata. La grande quantità di rumenta sparpagliata fuori dai cassonetti, ha fatto si che diventasse la credenza privata di tante specie, la vicinanza di vari parchi, vicina alla periferia ha fatto il resto, oggi è una routine, pericolosa, visto che non è la prima volta e, non sarà l'ultima, che qualcuno viene ferito dagli animali selvatici, purtroppo se si prova a fermarli con la forza i verdi fanno casino, ma come fermare un cinghiale che ti punta? Frecce narcotiche? Si ma poi dove si mettono? 
I vari lavori di metropolitana e ferrovia, hanno lasciato aperti tanti varchi, inoltre spesso molti parchi sono privi di recinzioni che ne impediscano il passaggio ed ecco che il caos è alla portata di tutti, inoltre non ce la volontà di porre rimedio, questi figliano peggio dei conigli, il caos è totale, non vedo via di uscite sperando che non succeda.

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, penguin-gts711 dice:

io dico solo una cosa: un politico

eheh "la politica" ... dovrebbe disporre di curare al meglio, a livello locale e ove necessario, la rimozione dei rifiuti urbani e il puntuale svuotamento degli appositi cassonetti differenziati;  
per il resto, cacciatori di sinistra e di destra datevi da fare, anche se non è del tutto sicuro che più abbattimenti contribuiscano al contenimento; probabilmente anche l'emergente Lupo in futuro potrà dire la sua sul tema, ma per ora i lupi sono 4 gatti (3300 in Italia sembra) ..  

https://www.lastampa.it/la-zampa/2023/01/13/news/ispra_cinghiali_21_esemplari_abbattuti_in_sette_anni-383372847/#:~:text=In Italia è stimato ci,a un evento di Confagricoltura. 

Link to comment
Share on other sites

Moderator

Se fosse possibile un abbattimento, magari selezionato, non sarebbe male, ma come ho scritto i verdi con a capo tra tutti Bonelli, non sono concordi, ma leggendo bene l'emendamento come non dargli torto? Si apre la possibilità di abbattere animali protetti anche nel loro habitat, quindi si permette di entrare all'interno delle oasi ed uccidere a piene mani, specie rare ed in via di estinzione, quindi come sempre leggi fatte alla pene di segugio che invece di portare all'abbattimento dei soli animali presenti in città, apre la caccia anche in zone in cui la stessa non dovrebbe dimorare. Insomma la solita confusione tipicamente italica, che poi detto tra noi, anche cacciatori che sparano in città la vedo una cosa un pelino pericolosa, un qualche cosa che durerà poi tutto l'anno, con la scusa che il cibo verrà usato per l'alimentazione, se dopo visita verrà ritenuto idoneo, mi chiedo un maiale che mangia immondizia, quanto possa essere sano, visto che nei secchioni ci buttiamo di tutto, medicine comprese, onestamente spero non prenda piede, non mi vorrei trovare a faccia a faccia con un invasato cacciatore che per uccidere un cinghiale, lupo o quel che sia, inizi a sparare a più non posso, senza dimenticare che un cinghiale o un lupo ferito, ma in genere tutti gli animali feriti, diventano pericolosi, così altro che scappare poi dovremo fare un emendamento per sopprimere i cacciatori, 'na fatica no se ne esce più!

Link to comment
Share on other sites

Io in estate, al lavoro vado in vespa.

Ogni tanto mi viene in mente che potrei sempre trovarmi davanti un animale.

Allora ogni volta rallento. Soprattutto quando viaggio di notte ( facendo i turni capita ).

Purtroppo paghiamo la scelta delle associazioni venatorie che, per far divertire i loro iscritti,

hanno introdotto nell'ambiente questi cinghiali incrociati con i maiali che sono molto più

prolifici dei veri cinghiali.

Naturalmente la cosa è scappata di mano e nemmeno i cacciatori con le loro battute riescono

a metterci un tappo.

Però sono visti come salvatori della patria.

Il Muto polemico

P.S. Mi ricordo che quando ero piccolo, i cacciatori che volevano uccidere i cinghiali, 

andavano in Slovenia oppure giù in Toscana. Qui da me (Piemonte ), non ce n'erano.

Edited by Muto2
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Muto2 dice:

Ogni tanto mi viene in mente che potrei sempre trovarmi davanti un animale. Allora ogni volta rallento. Soprattutto quando viaggio di notte

sottoscrivo in toto: in caso di timore di incontri sgradevoli è l'unica strategia di "sopravvivenza"; 

aggiungo che a me finora è capitato solo una volta, tanti anni fa, di aver rischiato un grave incidente per colpa di un cinghiale immenso che, giù in pianura e di giorno, in pieno rettilineo attraversò la strada pochissimo prima che sopraggiungessi io a tutta velocità..  mi fermai poco dopo a meditare :icon_mrgreen:

tutto sommato dalle mie parti è più facile trovarsi un sasso in carreggiata, ma certo i tratti di strada interessati da caduta massi sono più facilmente individuabili, prevedibili e conosciuti. 

Link to comment
Share on other sites

Moderator

Diciamo che se vai fuori in campagna è possibile trovare animali vari, i cartelli in tal senso sono una presenza costante, mucche, cavalli e animali selvatici che possono trovarsi in careggiata, qui vale il buon senso e, ovviamente moderare la velocità è una prassi da fare, sia per noi ma anche per l'animale colpito che, povero, non ha nessuna colpa, un conto invece è trovarli in città, habitat non consono a tali animali, passabile in qualche sperduto paesello di paese, dove magari il pastore decide di passare, ma in una città come Roma o Milano onestamente non è normale.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

In questa legge ci sarà di buono che, se mi stai sulle balle, potrò prendere la mia carabina da caccia grossa, farti secco mentre sei col tuo triciclo, dichiarare di averti scambiato per un cinghiale e invocare... al max, se proprio dobbiamo... l'omicidio colposo... 😎😅

Edited by DartVOL
Link to comment
Share on other sites

Moderator
4 ore fa, DartVOL dice:

In questa legge ci sarà di buono che, se mi stai sulle balle, potrò prendere la mia carabina da caccia grossa, farti secco mentre sei col tuo triciclo, dichiarare di averti scambiato per un cinghiale e invocare... al max, se proprio dobbiamo... l'omicidio colposo... 😎😅

Mmm che ti ho fatto di male? Va bene che son grosso, ma addirittura un cinghiale sul triciclo che ho!😄

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

xericos l'ha spiegata bene sopra.

Altra cosa assurda (tanto siamo in off topic) ma vi pare giusto che :

se guidi sotto effetto sostanze stupefacenti e fai un incidente ti arrestano

se guidi in stato di ebbrezza e fai incidente ti arreastano

ma se guidi sotto effetto di psicofarmaci lo puoi fare?

i tamponi quando si è al volante devono coprire anche le biodiazepine (come ca** si chiamano) e tutto quello che altera lo stato psichico ,altrimenti è tutta una buffonata!

Quante persone dopo cena si mettono alla guida dell'auto o moto? Ad osservare la legge ,poichè già con due bicchieri di vino o una birra sei fuori (cioè già superi la soglia) NESSUNO dovrebbe/potrebbe guidare!!!

Mi andrebbe pure bene se però mi vieti di guidare anche a quegli altri che hanno preso chissà cosa, e NON HA IMPORTANZA o rilevanza del motivo ; se qualcuno starà pensando eh ma l'alcool e le droghe te le prendi per "divertimento" mentre gli psicofarmaci te li ha prescritto il dottore, la mia risposta è che in caso di incidente con decesso o grave, per chi lo subisce E' IRRILEVANTE il motivo se te li ha prescritti il medico oppure no.

L'articolo parla chiaro : Chiunque guida in stato di alterazione psico-fisica

................. e volete sapere perchè con qualche canna o qualche birra non si può guidare mentre con i farmaci si!?

Accade poichè parecchi di loro,compreso molti credo,che han fatto la legge,non potrebbero guidare.....

Non sta in piedi,non ha logica !

O vieti di guidare in stato di alterazione DI QUALSIASI TIPO oppure non ha senso.....

Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, penguin-gts711 dice:

Altra cosa assurda (tanto siamo in off topic) ma vi pare giusto che se guidi sotto effetto sostanze

credo che la sezione Off Topics sia destinata a ospitare discussioni su argomenti vari non necessariamente legati alla Vespa, 

ma non credo che nei topic della sezione Off Topics sia corretto, o conveniente, andare off topic.. 

:icon_mrgreen: 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ho appena finito di leggere un interessante articolo a proposito dei cinghiali.

Oltre naturalmente a dare la colpa a noi uomini sulla proliferazione di questi animali, 

esso dice che gli ungulati sono attirati in città da tutto lo spreco di cibo che facciamo 

e poi riversiamo nei cassonetti.

Questo mi trova pienamente d'accordo.

Edited by Muto2
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 14/1/2023 at 19:26, penguin-gts711 dice:

xericos l'ha spiegata bene sopra.

Altra cosa assurda (tanto siamo in off topic) ma vi pare giusto che :

se guidi sotto effetto sostanze stupefacenti e fai un incidente ti arrestano

se guidi in stato di ebbrezza e fai incidente ti arreastano

ma se guidi sotto effetto di psicofarmaci lo puoi fare?

i tamponi quando si è al volante devono coprire anche le biodiazepine (come ca** si chiamano) e tutto quello che altera lo stato psichico ,altrimenti è tutta una buffonata!

Quante persone dopo cena si mettono alla guida dell'auto o moto? Ad osservare la legge ,poichè già con due bicchieri di vino o una birra sei fuori (cioè già superi la soglia) NESSUNO dovrebbe/potrebbe guidare!!!

Mi andrebbe pure bene se però mi vieti di guidare anche a quegli altri che hanno preso chissà cosa, e NON HA IMPORTANZA o rilevanza del motivo ; se qualcuno starà pensando eh ma l'alcool e le droghe te le prendi per "divertimento" mentre gli psicofarmaci te li ha prescritto il dottore, la mia risposta è che in caso di incidente con decesso o grave, per chi lo subisce E' IRRILEVANTE il motivo se te li ha prescritti il medico oppure no.

L'articolo parla chiaro : Chiunque guida in stato di alterazione psico-fisica

................. e volete sapere perchè con qualche canna o qualche birra non si può guidare mentre con i farmaci si!?

Accade poichè parecchi di loro,compreso molti credo,che han fatto la legge,non potrebbero guidare.....

Non sta in piedi,non ha logica !

O vieti di guidare in stato di alterazione DI QUALSIASI TIPO oppure non ha senso.....

Avendo avuto un passato in chi i controlli li faceva, ti posso dire con certezza che i cosiddetti drug test rilevano anche la presenza di benzodiazepine. Il fatto è che mentre per l'alcol cè il precursore che in caso di positività fa scattare l'esame con l'etilometro (esame quantitativo) e da qui esce un risultato numerico e immediatamente sanzionabile, con le sostanze stupefacenti le cose non sono così semplici... Infatti l'esame salivare effettuato su  strada dà un responso solo qualitativo (ossia che tipo di sostanza è stata rilevata) ma non essendoci tabellari condivisi ed approvati non si può procedere immediatamernte a sanzione. La procedura in questo caso è quella di accompagnare il soggetto in un ospedale (o in loco se presente) per sottoporlo ad una valutazione medica che ne accerti lo stato di alterazione psicofisica (la legge punisce questo, non la mera presenza di sostanze alteranti). Per esperienza personale (piccola, una 10ina di casi) posso riportare che solo in un caso il dottore si è preso la briba di stilare un rapporto che ha portato alla verbalizzazione di un soggetto... (Reduce da una festa a base di alcol e stupefacenti si era addormentato schiantandosi a bordo strada e danneggiando diverse auto... Non riusciva nemmeno a parlare... Nonostante tutto il dottore era riluttante a redigere un referto...) Il problema è che i medici (so che generalizzare non è bello, ma capitando con medici diversi, nasce il sospetto) non si vogliono prendere la responsabilità di fare questo atto e ti mettono in attesa per ore, aspettando il cambio turno o che l'effetto si attenui. Tolta la propaganda che hanno sempre fatto in tv sui controlli, è difficile trovare protocolli di intesa tra asl e forze di polizia in cui si collabora su queste cose... Tranne che non ci sia la tragedia. Come sempre.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Ho capito . Nel senso ho capito che le cose fatte bene non vogliono essere fatte.

Detto questo ,ribadisco nel caso non mi fossi espresso correttamente sopra, che neanche va bene multare o peggio uno che viene fermato e supera (in maniera "ragionevole") la soglia di alcool. 

Ma chi è che non beve? (senza che mo arriva il simpatico di turno e dice io, lo sappiamo tutti che qualcuno non beve) 

E vi pare normale che si deve rischiare ,in caso di fermo, quando poi c'è gente messa molto molto peggio al volante ma li l'etilometro o un meccanismo adatto non esiste ancora?

Allora o è un liberi tutti oppure alla pari.

Riformulo: non va bene che dopo una cena devo rimanere la macchina ,la moto o quello che è al ristorante per prendere il taxi.

Come non è normale che dopo un aperitivo devo prendere nuovamente il taxi per andarmene a casa.

Lo puoi fare una volta, due e pure tre, ma nell'arco di un anno tra una birra ,una cena o quello che è non puoi prendere sempre il taxi ,sopratutto se nella compagnia non c'è chi non ha bevuto per niente ,e stando alla legge e all'etilometro dunque le strade dovrebbero essere quasi DESERTE.....  

Cosa proporrei? Innalzerei la soglia di alcool (senza portarla all'eccesso ma la alzerei, come è adesso anche con poco "sei fuori"!)  e poi se fai incidente ED HAI TORTO li ti faccio un cu** grosso quanto una casa.

Per esempio (lo voglio pure dire) io non bevo esageratamente ma capita un paio di birre, o a cena i tre bicchieri di rosso, poi un amaro . Ora: prima di bere può accadere che faccio qualche accelerata, qualche slalom ,anche di mattina , se bevo (solo la sera, di mattina o pomeriggio mai)   SE BEVOvado piano, non tanto per l'etilometro o i cartelli ma proprio per me, sempre molto piano ; mi piace godermi la strada, l'aria che ti accarezza il volto, sentire gli uccelli, guardare qualche figa ecc ecc.

Eppure putacaso capitasse un incidente sarebbero ca**I amari.

Non mi va bene così, eppure ne siamo in tanti che facciamo uguale. Perché nessuno ne parla?

Ah già, quando capiterà   poi si riflette.  

Ripeto potrebbe capitare a chiunque......  

Edited by penguin-gts711
Link to comment
Share on other sites

Moderator

Sono molto intollerante su chi fa le seguenti cose in auto:
Guidare dopo aver bevuto, sei andato a divertirti, va bene, ma l'alcool non è una necessità, potevi prenderti una cola
Guidare con il telefonino in mano e il vivavoce acceso, peggio che averlo all'orecchio, ma poi oggi esistono auto con il vivavoce integrato, supporti, li uso io sul mio maggiolino, devo solo premere il pulsante di risposta e poi parlare tranquillamente.
Fumare, se è considerata una distrazione, puoi fumare mentre guidi? Oltre al fatto che i maleducati invece di usare il portacenere in auto, ciccano dal finestrino, buttando pure la cicca dal finestrino, con due rischi, colpire chi è dietro su due ruote o, incendiare boschi o altri posti
Guidare senza saperlo fare, qui è colpa della autoscuole, che non fanno fare corsi più intensi, si prende la patente senza una vera capacità di portarla, poi c'è chi si impara e, chi porta la sua ignoranza a vita, soprattutto i ragazzini di oggi, cresciuti sulle microcar, che si credono grandi guidatori, ma non sanno nemmeno usare la frizione.
 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, xericos dice:

Sono molto intollerante su chi fa le seguenti cose in auto:
Guidare dopo aver bevuto, sei andato a divertirti, va bene, ma l'alcool non è una necessità, potevi prenderti una cola
Guidare con il telefonino in mano e il vivavoce acceso, peggio che averlo all'orecchio, ma poi oggi esistono auto con il vivavoce integrato, supporti, li uso io sul mio maggiolino, devo solo premere il pulsante di risposta e poi parlare tranquillamente.
Fumare, se è considerata una distrazione, puoi fumare mentre guidi? Oltre al fatto che i maleducati invece di usare il portacenere in auto, ciccano dal finestrino, buttando pure la cicca dal finestrino, con due rischi, colpire chi è dietro su due ruote o, incendiare boschi o altri posti
Guidare senza saperlo fare, qui è colpa della autoscuole, che non fanno fare corsi più intensi, si prende la patente senza una vera capacità di portarla, poi c'è chi si impara e, chi porta la sua ignoranza a vita, soprattutto i ragazzini di oggi, cresciuti sulle microcar, che si credono grandi guidatori, ma non sanno nemmeno usare la frizione.
 

Quante verità in questo post.

Specifico che chi scrive (e me ne vergogno ancora) a 22 anni ha avuto la patente ritirata per guida in stato di ebrezza per un mese (diversi anni fa). 

Non andavo forte, non facevo il matto ma potevo veramente fare del male a me stesso e alle persone che erano con me.

Da quella volta (sono passati 26 anni) non ho più bevuto un solo dito di alcol se non quando avevo la certezza di non dover guidare o quando mi trovavo in casa (ma parliamo al massimo di un bicchiere di amaro per digerire).

Mi rendo conto che mi distraggo facilmente quando guido l'auto in città (telefonino principalmente) e molto meno quando la strada mi consente di guidare divertendomi. C'è anche da dire che le macchine moderne sono piene di tecnologie che se da una parte aiutano, da una parte distraggono il guidatore (la mia ultima vettura sembra una discoteca di Riccione anni 90).

Ho diverse auto e l'unica che sento ancora di guidare è la Smartina 450 CDI (una carioletta a gasolio), le altre fanno quello che vogliono loro.

Proprio per questo ho decisori riprendere una vespa. Zero fronzoli, guida rilassata, zero corse e puro divertimento.

Oltre a una buona dose di educazione civica ci manca anche tantissima educazione stradale.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

exericos ognuno la mette (non che la vede,ma la mette proprio, in base a come è fatto lui, questo è un altro errore) la mette come meglio gli conviene ; la scuola guida che c'entra? Tu lo puoi addestrare come meglio ti pare un neo patentato, ma se quello realizza intorno a se che tutti guidano con il telefonino, tutti vanno a contromano, tutti fanno casso gli pare quello si adeguerà . Prendi per esempio tutti gli extracomunitari che sono a Napoli, si sono adeguati: accompagnano i figli a scuola in 4 sui motorini, chi ce l'ha il casco chi no, l'assicurazione è un optional e tutto il resto. Magari nel loro paese la scuola guida insegnava "questo e quello" e ho sentito molti di loro che nel loro paese per molto meno la patente te la levano. Quindi....

Quanto al fatto della cola posso risponderti che io quelle bevande (gassate) non le bevo da anni, come da anni anzi facciamo prima a dire che a 50 anni e più nonostante le cene e il resto non ho mai fatto un incidente e non può essere per caso.

Con questo non promuovo l'alcool alla guida dico solo che se volessimo osservare la regola ,per strada non si vedrebbe NESSUNO poiché tutti bevono (poi chi moderatamente e chi no) 

Per le sigarette hai ragione solo sul fatto che in molti buttano cenere e sigaretta dal finestrino ma non per la distrazione che essa comporta. Oppure anche quella andrebbe messa al bando poiché distrae ma a quel punto NON "TI" VOGLIO VEDERE neanche mentre scarti una merendina, mentre bevi la bottiglia d'acqua , e qualsiasi cosa ti distrae proprio come tale e quale potrebbe fare una sigaretta.

La mia idea è: ritiro di patente in caso guidi sotto effetti di sostanze stupefacenti (benché non fumo manco le canne anche qui ad onor del vero ci sono persone che fumano da una vita e mai dato fastidio,quindi per droghe intendo tutte quello oltre le canne)

ritiro di patente se superi la soglia alcolica ,fermo restando quella attuale impedirebbe CHIUNQUE di guidare...

Ma la regola più importante è arresto, ritiro della patente ,delle mutande o quello che vi pare SE in qualsiasi di uno di quegli scenari fai un incidente ED HAI TORTO. 

Così come "funziona" adesso è tutta una barzelletta. 

Sicché io dovrei modificare le mie abitudini, di cenare , di una birra se sono altrove ecc ecc solo perché il consiglio o l'imposizione è di bere coca o comunque non bere alcolici? Reggerebbe si mi si dice non ti devi ubriacare poi guidare. Dopo le cene o quello che è non sono mai ubriaco eppure stando al codice non potrei guidare. Ma chi potrebbe? E allora è tutta una buffonata.

Se ci aggiungiamo che c'è una fetta importante di persone che guida sotto effetti di psicofarmaci ,allora mi devo buttare proprio per terra per farmi grasse risate. Nuovamente: è tutta una buffonata. 

Vuoi vedere che niente niente gli anormali siamo noi che senza vizi ,amiamo la vitale ,le cene ,gli amici e se pur moderatamente ci facciamo qualche bicchierino quelli da punire siamo proprio noi?  

Prendetevela con quelli con il cellulare in mano CHE ABBONDANO. Iscritti su 10 "social" , 10 gruppi in varie app ecc ecc dove  è sotto gli occhi di tutti che si mettono li (a scrivere il nulla peraltro!)  mentre guidano dove nel migliore dei casi, anche senza fare incidenti rompono il caxxo agli altri in quanto devi aspettare i loro comodi mentre scrivono, leggono e foto varie.

 

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda alcol ti posso dire che facevamo dei servizi notturni appositi della durata di 6 ore dalle 22 alle 04 nei weekend, (in un turno la scheda dei controlli riusciva a contenere 30/40 conducenti per ogni pattuglia) contrariamente a quello che dici di persone che erano diverse da 0 g/l di alcol potevano essere una decina non di più, tra questi quelli oltre i limiti amministrativi (0,5) o penali (0,8) erano non più di 1 o 2. Quindi statisticamente la situazione non è così drammatica come la presenti, o perlomeno non è così nelle mie zone. Ti posso assicurare che qui tanti ragazzi si accordano per prendere un taxi in comune per la discoteca oppure c'è a turno uno che non beve (tanto) in modo da poter condurre. Questi sono dati comunque di circa 4 anni fa. Ora non ho dati.

P.S. Ci mettevamo in punti "strategici" dove non potevamo essere avvistati da lontano e in tratti in cui non si poteva cambiare direzione per eludere il posto di controllo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Amabilissimo Edicola9 grazie per le tue testimonianze 😘

Tuttavia tu hai avuto delle dinamiche diverse mi pare , io vuoi perché mi piacciono i locali (non fraintendere ,mi piacciono solo quelli intimi, insomma quelli affollati dove si fa salotto o i vip me li scanso) vuoi perché abito in città vedo un sacco di persone sempre con il bicchiere in mano.  Non penserai che tutti prenderanno il taxi oppure hanno uno del gruppo che non beve? 

io in più contesti avevo (e quando posso chiedo se c'è qualcuno) quello astemio e facevo guidare lui ; si era una faticata trovarlo 😂 ma talvolta c'era.  

io non discuto (sebbene sono responsabile e cosciente di tutto l'anbaradan ,tant'è che l'ho già spiegato, quando bevo, fermo restando non arrivo mai a farneticare o sbandare ,vado piano ,ma non piano come potete immaginare, vado piano a moviola) sul fatto che sia giusto, dico solo che se c'è una logica allora non dovrebbe guidare la stragrande maggioranza delle persone.

Appostati fuori ai locali, discoteche,club ma anche nei luoghi della movida e vedi quanti di loro cacchio cacchio di li a poco poi metteranno in moto e se ne andranno a casa o altrove ,dove uno adulto come me magari fa una cena ,mangia pure e non strafà, quelli invece birre a gogo' ,cocktail da paura, non mangiano al più stuzzicano , e perché no un paio di cannoni (nella migliore delle ipotesi!) sopra tanto per degustare.

...... Quelli se la godono ,mentre quelli come me che devono tornare a casa poiché post cena da amici devono preoccuparsi se li ferma "il fenomeno di turno"  , nonostante sobri (ma fuori soglia) magari responsabile e calmo.

In ogni caso io sarei anche disposto a fare quello che si deve fare come va fatto,   purché non mi crei dei paradossi a dir poco ridicoli.

Quindi,non vedendo un senso una logica e ognuno fa quel casso gli pare ,realizzo che persino i biforchi se la godono, io che a 50 anni e passa sono pacato e morbido mi dovrei preoccupare di quello che nessuno si preoccupa?

Quindi cerco di essere una persona a modo, vado piano e cosa non da poco ho un assicurazione  ,voglio dire se faccio qualche incidente almeno posso risarcire "quelli" non solo si abboffano ,mangiano e bevono ,ma non hanno neanche una copertura RCA!

Allora di che stiamo parlando? 

Non siamo 4 gatti le regole sono necessarie.

 Però o le fai rispettare a TUTTI e trovi il modo (il modo c'è ,tolleranza zero ,il passaparola fa il resto)  o tutti me compreso ce ne sbattiamo le @@, fermo restando mi sento sempre più Signore,Molto più Signore di quei biforchi, che dopo bevuto non si controllano,spesso devono litigare per smaltire ,o devono spaccare o comunque rompere il cazzo al prossimo.

Insomma per via di certi beduini è diventato problematico pure una cena, della serie vedo la pagliuzza ma non la trave!

Link to comment
Share on other sites

Moderator

Come dico sempre per colpa di pochi poi ci rimettiamo tutti, non a caso chi prende le strade per una pista porta serie conseguenze, con chiusura di valichi, strade montane, dove magari andarci con due ruote poteva essere una bella avventura ed invece...
Stessa cosa per chi beve troppo, poi l'alcool non a tutti fa lo stesso effetto, io mi ubriaco solo con l'odore e chi, magari regge due bicchieri di buon vino, ma c'è sempre chi esagera e arriva a guidare in stati assolutamente fuori da ogni logica, facendo molto spesso danni clamorosi, vie di mezzo non ci possono essere e, ben venga i limiti imposti, certo è anche vero, come dici te, che chi prende psicofarmaci, essendo alterato, non dovrebbe guidare, ma anche li ci sono colpe dietro a tutto questo, il medico che te li prescrive dovrebbe avvertire chi di dovere, facendoti togliere la patente, per il periodo di uso, o se a vita per sempre, i malati epilettici, che prendono grandi quantità di medicine, per esempio non possono guidare, possono avere la patente, ma in caso di crisi è richiesta la visita di uno specialista, che analizzando il caso deciderà se può ancora mettersi al volante o meno.
 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...