Jump to content
MV News
  • Nuova grafica
  • Con l'ultimo aggiornamento abbiamo installato un tema che permette agli utenti di selezionare la palette di colori preferita. Basta cliccare sul pennello nella barra utente in alto e si potrà in piena autonomia cambiare il colore dell'header e delle barre del forum.



  • Member Statistics

    • Total Members
      1,581
    • Most Online
      145

    Newest Member
    Valerio961
    Joined
    •   
    Chatbox
    Load More
    You don't have permission to chat.
  • Who's Online (See full list)

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      2,549
    • Total Posts
      29,517
  • Latest Registered Members

Consiglio antifurto (meccanico) e "togli corrente fai da te" per Vespa GTS 300


Recommended Posts

Moderator

Be in effetti l'uso smodato di alta tecnologia, per la protezione di serrature, porte di casa, prodotti per vedere dove sono, sono anche dei cavalli di troia, un buon hacker potrebbe facilmente rendere queste protezioni inutili. 
La sana vecchia catena, con chiave, legata ad un palo, è per me il miglior deterrente, anche perchè se vogliono quell'auto c'è poco da fare, ad una mia amica, con problemi di deambulazione, gli hanno portato via l'auto, parcheggiata in un parcheggio particolarmente stretto, premetto, che per il suo problema, l'auto aveva l'acceleratore removibile, destra sinistra e, la notte lo levava per usarlo come deterrente, eppure la mattina, quando è andata a prenderla la macchina non c'era più

Link to post
Share on other sites
  • Replies 61
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Io di solito vedo proprio il contrario, cioè moto\vespe buttate dentro un furgone e via.....2 minuti e passa la paura, sopprattutto quelle parcheggiate a bordo strada... Per me, che poi non sono

Sabbb discorso lungo e complesso, ma completamente condivisibile, apri una porta aperta, purtroppo la certezza della pena non ci sta più, anzi è più facile trovarsi liberi dopo aver commesso un reato 

Discorso lungo e complesso. In estrema sintesi, per tutelare i diritti e le libertà fondamentali nelle moderne democrazie hanno preso corpo  delle garanzie giuridiche che possiamo sintetizzare ne

Posted Images

La catena, il cerchio ad anello alla ruota o quello che è , si sa che (purtroppo) ci vuole.

Se si legge l'articolo per intero si capisce meglio cosa è cambiato adesso con la tecnologia Dov'è usata da Apple.

Quanto all'hacker che potrebbe manipolare l'ambaradan credo che è improbabile ,forse in questo caso impossibile,sebbene conosco molto bene il terreno e ve lo dico io a voi altri che quasi  tutto è "hackerabile" ma le politiche e restrizioni di un account Apple sono uniche e comunque anche volendo, un attacco all'iCloud ( verrà memorizzato proprio sull'account dell'utente) non è alla portata di tutti. Con la 2FA (autenticazione a due fattori basata non sul SMS) col ca....volo che la si baipassa.

In sintesi ci vuole l'antifurto a mano e questo che "funge da gps" ,dove in caso di furto sai almeno dove si trova lo scooter.

Quindi possono sempre prelevare lo scooter,l'auto che sia ma vuoi mettere non sai dove è andata a finire ,che potrebbe essere ovunque , e invece sai la posizione esatta?  In tutto questo inoltre si evita abbonamenti sulle sim per apparati dedicati.

Comunque lo stanno ancora mettendo a puntino,credo che è una soluzione valida,da valutare sicuramente,per cui ho condiviso con voi altri 🤚

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites

Il tag che hai postato si basa sul Bluetooth. Da quel che leggo nell'articolo, lo stesso è in grado di inviare la posizione 

del dispositivo, qualora trovasse nelle vicinanze, un altro dispositivo Apple con Bluetooth attivo. Di conseguenza, se la tua Vespa viene rubata, potrai ricevere la posizione esatta solamente se il tag BT montato nella Vespa, riesce a connettersi ad un qualsiasi dispositivo BT Apple. 

Così mi è parso di capire. 

Link to post
Share on other sites

Al momento mi pare di capire "semplicemente incrociando i segnali Bluetooth che questi mandano con quelli degli altri presenti in un certo raggio di azione. In maniera anonima, tutti contribuiscono a creare una mappa con gli oggetti localizzati, che possono essere monitorati solo dai rispettivi proprietari".

Link to post
Share on other sites

Buonasera io ho montato un allarme dopo che una notte me la stavano caricando su un furgoncino . E io sto in un centro storico . Grazie al cane che mi ha svegliato sentendo rumori strani mi sono affacciato e questi me lhanno lasciata cadere e so scappati . Messo allarme ci hanno provato altre 5/6 volte in questi anni ma sempre invano perche suona anche se ti ci metti a sedere . Ovviamente molte volte basta il passaggio di moto o di auto piu veloci che parte l allarme . Quindi posso dire che a me l allarme è servito , e vi posso assicurare che anche se è vecchiotta la vespa attira sempre i ladri  . Io non ho mai messo catene o blocca disco perche non ho proprio voglia . Certo conprassi 6000€ Di vespa nuova ci metterei allarme e catena almeno i primi anni . Adesso la ricovero sempre in cantina di inverno per stare tranquillo . Ovviamente nel periodo estivo qualche  volta la lascio sotto casa perche la cantina ce lho in un semi interrato e non e comoda riporla visto che ho 8 scalini , devo mettere una rampa di legno e farla andare giu ..... non e comodo  ma almeno sono sicuro che non me la fregano . 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Buonasera .Mi sono documentato bene e c'è un neo non di poco conto.

L'iPhone che è in grado di 'agganciare'  alla rete Find My di Apple anche accessori prodotti da terzi deve avere  il chip U1  ultra wideband (UWB) che possiedono solo gli iPhone 11 , 11 pro e modello successivo.

L'idea era buona però.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Resto ancora perplesso, sopratutto per la necessità di utilizzo del chip U1, che al momento si trova solo da iPhone 11 in su e Apple Watch 6. Il sistema è sicuramente interessante, ma a mio avviso è troppo presto perché possa essere utilizzato come tracciatore affidabile.  

A lato pratico, per poter rintracciare il dispositivo, lo stesso deve collegarsi al Bluetooth con dispositivi Apple molto recenti e ancora poco diffusi. Se poi aggiungiamo i 10 metri circa di distanza massima per il collegamento, la possibilità di ritrovare la Vespa dopo un furto è ridotta veramente al minimo, e in questo caso un classico tracciatore gps con Sim, è sicuramente più affidabile. 

Resta sicuramente una funzione interessante, ma ancora troppo giovane per trarne benefici concreti. 

Link to post
Share on other sites

il Chip U1 è  anche sul 12 mini che ho appena preso (sto configurando adesso)

Quanto alla tracciabilità bisogna studiarla bene (uguale anche per me) mi pare che non è una faccenda dei 10 Mt, insomma la devo studiare meglio anche io,ora che ho il dispositivo in mano vedrò meglio,anche se  mi manca ancora un AirTag (non ce lo aveva in negozio stamattina) Credo addirittura che dice dove è il AirTag anche se è dell'altra parte del pianeta. Deve essere per forza così,usa la tecnologia Find My ed il mio Mac (e viceversa il telefono) non mi dicono dove sta l'altro dispositivo,solo se rientra in quei 10 Mt.  Mi dice dove si trova a miglia di distanza.

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites

A differenza dei classici tag Bluetooth che necessitano di esser associati ad un dispositivo e funzionano solo con esso, i tag Apple, utilizzando il chip proprietario, sono in grado di connettersi a tutti i dispositivi Apple (con chip U1) senza per-configurazione iniziale. 

Funzionano come le AirPods, che una volta associate al proprio account apple, si connettono ad ogni dispositivo Apple, con il medesimo account, senza necessità di doverli associare ogni volta. 

Per esempio: avendo due iPhone uno personale (iPhone A) e uno aziendale (iPhone B), con le AirPods all'orecchio posso effettuare una chiamata con iPhone A e subito dopo, farne un'altra con iPhone B, senza dover ogni volta associarle. Il tutto avviene in maniera automatica.Discorso simile, se decido di usare un solo iPhone. Aprondo lo scatoletta, si connettono in automatico al dispositivo più vicino. 

Per quanto riguarda il tag Apple, lo stesso si connetterà a tutti gli iPhone con chip U1 che entreranno nel suo raggio di azione, registrando su ogni iPhone, il proprio codice identificativo. Nel momento in cui andrai ad interrogare Find my Phone o come diavolo si chiama, per tracciare il tuo tag, verrà fatta "un'interrogazione" del codice univoco del tuo dispositivo e tramite tutte le posizioni in cui è stato rilevato, sarà in grado di ricostruire il percorso fatto, oppure indicare l'ultima posizione in cui è stato rilevato. 

Partendo dal presupposto che le AirPods impiegano circa 1 secondo o poco più, per connettersi, al tag basterà 1-2 secondi per poter inviare la propria posizione a tutti gli iPhone che incontra. Chiaramente, funzionerà solo con dispositivi alla sua portato, quindi entro i 240mt teorici del Bluetooth 5.1 

In conclusione, se nel percorso fatto, il tag non incontra dispositivi BT con chip U1, non sarai in grado di funzionare a dovere. Considerando la scarsa diffusione di dispositivi con chip dedicato, ad oggi a mio avviso ha poco senso. In futuro è sicuramente una tecnologia interessante, se mai verrà raggiunto uno standard e potendo appunto sfruttare tutti i cellulari iPhone e android. 

 

In questo articolo viene spiegato il funzionamento del chip BT 5.1 in relazione al tracking degli oggetti. 

https://www.fastweb.it/internet/caratteristiche-bluetooth-5-1/

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

E' giusta l'analisi. ...

Quanto alla 'scarsa diffusione del chip' credo che non ci saranno problemi. Apple ,lato cellulare è avanti (come vendite) anche ad Android,mentre come Computer è un altro discorso, Windows la fa da padrona.

ora: per quello che mi risulta,il grosso ha un iPhone solo perchè fa chic (non sanno neanche cosa hanno in tasca) ma per quale motivo ce l'ha rimane il fatto che i dispositivi iPhone e con quella tecnologia salteranno fuori come i funghi.

L'AirTag è una genialata.

Link to post
Share on other sites

Al contrario di ciò che si possa credere, 

Al 2020 la diffusione è ripartita nel 

75% Android

25% iOS 

Da quel 25% va tolta la percentuale di dispositivi che non hanno il chip U1. Ad esser generosi, saremo tra il 10-20% dei dispositivi mobile. 

Link to post
Share on other sites

A titolo di curiosità  allego screenshot del sito contenente le statistiche del l'app io, quella del cashback, bonus vacanze ecc... Essendo un'app scaricata da più di 11 milioni di persone in Italia, dá un quadro attendibile della ripartizione dei sistemi operativi... 

Screenshot_20210424-083732.png

Link to post
Share on other sites

 E' vero,nella fretta mi sono espresso non correttamente,chiedo scusa ,dunque iPhone 12 è lo smartphone 5G più venduto al mondo

Poi, dati di Febbraio di quest'anno https://www.hdblog.it/smartphone/articoli/n534224/mercato-smartphone-apple-top-classifica-samsung/

In sintesi è vero che Android la fa da padrona  ma credo che gli AirTag avranno successo.

Provate ad immaginare quelli che hanno un bimbo, un gatto,un cane,una vespa 😛   ecc .. . Quando realizzeranno che tra le varie cag..... digitali,ve ne è una intelligente , non credo ci rinunceranno.

Guarda caso sono stato tra i primi a realizzare: il mio iPhone precedente era,anzi è più che valido,eppure l'ho cambiato!

Staremo a vedere,se funziona (e credo proprio di si) sarà un buon alleato.

 

 

Link to post
Share on other sites

Come tutti i Tracker ha una sim interna. La differenza è che ti includono un abbonamento per 3 anni, ma ti fanno pagare molto più di quanto spenderesti per un dispositivo gsm/gps e una sim dedicata. 

Non esistono dispositivi gps in grado di inviare la notifica di "spostamento" senza l'utilizzo di una sim e di conseguenza della rete GSM.  

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Non ho esperienza in materia e sono assicurato per il furto.

Ho ricevuto questa promozione da Vodafone per i suoi clienti e mi è venuto in mente questo topic ed i messaggi di penguin, magari questo oggetto è una strun. zata... la batteria dovrebbe durare 7 giorni e ha una scheda sim compresa nella rata mensile...

Screenshot_20210426-182114_My Vodafone.jpg

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Non c’è niente di meglio che un’assicurazione per il furto, ma purtroppo molte compagnie non la offrono per mezzo vecchiotti. Quest’anno riesco a ri-assicurarmi con Genertel e posso rimettere il furto e incendio, che mi costa 35€ all’anno. 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

La funzione se si sposta la moto e ti avvisa interessa,ma più che quella mi servirebbe capire ,nel caso, dove si trova.

Dove poi uno la può passare anche su altro mezzo,un domani,visto che sono removibili.

Sono tutte ricerche ,non che prevedo il furto, fermo restando che prevenire è meglio che curare.

Beh 35 euro per quelle cose va bene,vedo se posso farla anche io,scade tra un mese l'assicurazione.

PS. Volendo cambiare compagnia,premesso mi pare scade il 10 di Giugno,ho sempre 15 giorni,nel mentre la faccio con altra assicurazione (parlo della scadenza annuale)

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites

Che poi.... assicurata furto incendio,nel caso nostro che la vespa è vecchia (nonostante messa bene) mi piacerebbe capire cosa significa.

Se mi paghi 300 euro ,solo perchè (il trucco c'è ma non si vede ,diceva un vecchio detto) la vespa è vecchia,quando poi (caso mio) solo di pezzi nuovi sono a 2.000 ,senza contare per niente la vespa in se,allora anche questa è una pagliacciata.

"Tu" devi assicurarmi che mi darai almeno,e dico almeno il 75/80% del valore effettivo,avesse anche 200 anni.

Altrimenti che significa,all'atto pratico,ti assicuro....?

 

Link to post
Share on other sites

Ti viene valutata e pagata secondo le valutazioni ufficiali. Niente di più, niente di meno. Se poi ha speso più di quanto valesse effettivamente per sistemarla o per sopperire ad un incauto acquisto, non è di certo un problema che deve scollarsi l’associazione. Anche io ho speso più del valore effettivo, semplicemente perché non ho valutato bene il costo del ripristino, ma non pretendo che l’associazione mi rimborsi  le spese sostenute a seguito dell’incuria del vecchio proprietario. Il problema in Italia è che non si conosce l’effettivo funzionamento e l’utilità delle assicurazioni. 
L’assicurazione serve a tutelare il patrimonio dell’asso curato a fronte di un premio annuo, valutato in base al valore del veicolo e alla probabilità che il furto si verifichi. Tutelare il patrimonio, non significa che la stessa debba restituirmi ogni centesimo speso, per l’acquisto e la manutenzione, ma permettermi di poterne acquistare un altro in buone condizioni e non uno pari al nuovo. 

Link to post
Share on other sites

Stando a quello che dici tu (a mio vedere parzialmente esatto) non va bene allora neanche che un cesso che ha 6 mesi di vita,tenuto tale, mi viene rimborsato secondo le quote di mercato. Mentre uno che ha un mezzo,seppur obsoleto ma tenuto a dovere (e per tenerlo a dovere è matematico che ci ha speso e ci spende,per farlo rimanete tale) solo perchè ha 20 anni me lo valuti (in caso di furto incendio) poco o niente.

Il problema vero,a questo punto è che quando si fa l'assicurazione furto e incendio, la vespa (o quello che è) quelli NON LO GUARDANO NEPPURE.

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites

Dipende. Nel 2010 ho acquistato per 1.000€ una Vespa 125 et4 del 2001. Ottime condizioni, con tutta la manutenzione fatta dal precedente proprietario ad esclusione degli ammortizzatori. La Vespa era a posto e ho solo fatto manutenzione ordinaria e qualche cosuccia di poco conto. Nel 2019, a seguito di un incidente, mi hanno rimborsato 600€. Ti sfido a trovare uno scooter moderno, con quasi 20 anni, valutato ancora 600€ Se tu prendi uno scooter di 15 anni per 1.000€ e poi ne spendi altrettanti o anche di più, il problema è tuo, perché con gli stessi soldi, ne prendevi uno di 7-8 che l'assicurazione ti avrebbe valutato a dovere. 

Quando si acquista un usato, si deve valutare appunto questo. La mia LX valeva 1.600€ quando l'ho presa quasi due anni fa. Pagata 850€, pensando che per risistemarla, non avrei speso più di 5-600€ Ho fatto male i conti, perché alla fine ho superato di gran lunga quella cifra, ma la colpa è stata mia. Se avessi acquistato ricambi usati, come si conveniva ad un metto di 11 anni, sicuramente non avrei speso più quanto valesse la Vespa. 

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...