Jump to content
MV News
  • Nuova grafica
  • Con l'ultimo aggiornamento abbiamo installato un tema che permette agli utenti di selezionare la palette di colori preferita. Basta cliccare sul pennello nella barra utente in alto e si potrà in piena autonomia cambiare il colore dell'header e delle barre del forum.



  • Member Statistics

    • Total Members
      1,679
    • Most Online
      204

    Newest Member
    Starkned0000
    Joined
    •   
    Chatbox
    Load More
    You don't have permission to chat.
  • Who's Online (See full list)

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      2,703
    • Total Posts
      31,446
  • Latest Registered Members

Vespa 300 GTS HPE 300 consumo olio dopo tagliando dei 1000


Recommended Posts

...hanno candidamente ammesso che durante la produzione ci sono stati alcuni lotti di gruppi termici che a causa di errori di impostazione delle macchine utensili sono risultati fuori o al limite delle tolleranze ammesse. Dando credito a queste dichiarazioni, significa che sono assolutamente consapevoli del fatto che una parte (non ho idea di quale sia la percentuale) del parco circolante che impiega motori HPE 300  sono fuori tolleranza e consumano olio, e avendo la direzione tecnica di Pontedera un controllo della configurazione dei mezzi, sanno perfettamente su quali telai sono installati questi motori.....

Potrebbe essere utile condividere i numeri di identificazione del veicolo  (ZAPMA3600000XXXXX) per capire se si tratta di lotti difettosi?

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 221
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Secondo me il passaggio a Castrol ha fatto solo danni, con Eni, non mi pare ci fossero tutti i problemi che stanno segnalando in tanti, anche su altri mezzi del gruppo

Sia chiaro, forse sono stato frainteso, non sto dicendo che mi sta bene così. Sicuramente se non avesse difetti sarei più soddisfatto. Sono del parere che nella vita ci si deve anche accontentare perc

Nel tagliando dei 10.000 km mi hanno messo il Motul e oggi al controllo degli 11.000 km il consumo è nettamente inferiore rispetto al Castrol, prima rabboccavo 200 ml abbondanti, oggi ho messo circa 1

Posted Images

Quindi sanno che il problema è il gruppo termico ma continuano a produrlo/venderlo così dato che lo montano come ricambio in garanzia con tolleranza errata. Che poi in un 4tempi per avere una tolleranza che porta a consumo olio deve scampanare un bel po’ visto che è il raschiaolio che dovrebbe avere la funzione di limitare il consumo di olio. Benone stiamo messi,  soprattutto per le spiegazioni che danno . Tocco ferro per ora 😑 

Link to post
Share on other sites

Va beh ,messa così,se è vero che sanno ..... come minimo devono realizzare che rimanere a piedi su un autostrada non è affatto un bell'affare.

1° dovrebbero intervenire prima (o altrimenti accollarsi tutte le spese,nel caso il danno è grave. Ed è sempre grave se stai andando a fare un contratto di lavoro,se stai andando in vacanza ecc )

2° visto che non intervieni prima,se si rompe mi dai un mezzo sostitutivo,nel mentre "la aggiusti di nuovo" (virgolette poichè ho letto alcuni utenti hanno già cambiato cilindro e pistone 3 volte ...

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites
Moderator

Il mezzo sostitutivo se va be! E' stato il motivo per cui ho dovuto cambiare la vespa, non potevo prendere in affitto, per l'ennesima volta il mezzo, visto che dopo aver sbiellato, mi sono accollato l'affitto per un valore di 740 euro pe un mese di mezzo, con il beverly ho rischiato grosso per via dei freni che hanno ceduto di botto, anche li ci hanno impiegato un mese e, visto che ci lavoro, sono stato costretto a cambiare proprio marca, la cosa non mi ha fatto piacere, ne per i soldi che ho dovuto spendere, ma soprattutto per uno, che adora la vespa, in tutte le sue declinazioni, che adorava il marchio piaggio, tanto da litigare con chi ne parlava male, è stata realmente una sconfitta. Una grande casa come Piaggio, non si meritava degli idioti nei punti strategici. 

Link to post
Share on other sites

Sarebbe interessante capire se chi ha questo problema effettua molte tratte brevi a freddo oppure tratte medio lunghe con motore in temperatura. Rimane il fatto che è un problema fastidioso, come il consumo olio sulle 1200 tedesche e 990 austriache.. ormai gli olii 5w montano ovunque e i consumi di olio sono assurdi. 

Link to post
Share on other sites
Moderator

Io ne ho fatto un uso veramente misto, per lavoro a pieno carico, tanta città dal lunedì al sabato, con tirate anche autostradali se necessario, ma di 20 chilometri massimo, per poi fermarmi ritirare il ricambio e rifarmi altri 20 chilometri, mentre la domenica ci facevo la classica gita fuori porta, che saranno stati 200/300 con pausa pranzo e visita del borgo. Non ho mai tirato il mezzo a freddo, odio quando lo fanno, si parte ma con calma, ho fatto sempre i tagliandi regolari in casa madre.
Non so cosa dire onestamente, di certo più il motore è caldo e, più l'olio rimane troppo liquido, sul tricity, che è 155 ho il 10w40 della yamalube
 

Link to post
Share on other sites

Mi ricordo, lo scritto perchè è giusto (il mezzo sostitutivo in un contesto del genere) e perchè mi ricordo benissimo.

Quanto alle tratte (per rispondere,se posso a Vespone 84) sarebbe interessante capirlo ma a scopo amatoriale. Non sarebbe accettabile in alcun caso. (menomale non sono passati per le mie grinfie.. . Facevamo teatro,sicuro. Anche se è insolito succede,ma il troppo storpia,si è sempre detto. Sicuramente Teatro.)

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Vespone84 dice:

Sarebbe interessante capire se chi ha questo problema effettua molte tratte brevi a freddo oppure tratte medio lunghe con motore in temperatura. Rimane il fatto che è un problema fastidioso, come il consumo olio sulle 1200 tedesche e 990 austriache.. ormai gli olii 5w montano ovunque e i consumi di olio sono assurdi. 

Personalmente faccio città al 95% e qualche rara scampagnata, zero tangenziale...

Rabboccavo ogni 2000 chilometri ma in officina ho dichiarato di meno... lo ammetto... speriamo non leggano... 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tapass tu sei stato diciamo fortunato con la tua vespa. Beh sicuramente a livello motore (che poi leggevo neanche tanto) sicuramente rilevi molto meno il problema olio però. Aggiungo ,premesso ogn'uno è fatto a modo suo  (e "finche è dentro"  io accetto chiunque) che ogn'uno ha anche (passatemi il termine) le sue psicosi. Per esempio io   non gradirei affatto che una moto venga smontata già nei primi anni,  idem  molti contesti simili.

Volete mettere una cosa originale,integra e una cosa che già viene smontata ,peraltro a più riprese?

E' una critica costruttiva non voglio fare arrabbiare nessuno. 

Link to post
Share on other sites

Io mi sono fatto un’idea e se dovessi vedere un consumo anomalo di olio proverei a fare un tagliando con un 10w40. Poi che dire.. magari i problemi fossero questi. Io ultimamente ne sento di tutti i colori.. pompe olio rotte su vw cuscinetti cambio difettosi sempre stessa auto, sulla ypsilon della mia ragazza frizione fatta a 20k km per rumorosità. Harley che sputano olio cambio nella primaria e bisogna controllare livelli ogni 1000km.. alla fine è una vespa se non si ha più voglia di controllare il livello, si vende (perdendo pure poco rispetto a altri mezzi) e ci si prende un kymco che va sempre 🤣

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, Vespone84 dice:

Io mi sono fatto un’idea e se dovessi vedere un consumo anomalo di olio proverei a fare un tagliando con un 10w40. Poi che dire.. magari i problemi fossero questi. Io ultimamente ne sento di tutti i colori.. pompe olio rotte su vw cuscinetti cambio difettosi sempre stessa auto, sulla ypsilon della mia ragazza frizione fatta a 20k km per rumorosità. Harley che sputano olio cambio nella primaria e bisogna controllare livelli ogni 1000km.. alla fine è una vespa se non si ha più voglia di controllare il livello, si vende (perdendo pure poco rispetto a altri mezzi) e ci si prende un kymco che va sempre 🤣

È esattamente quello che sostengo, leggo tante cose sulle auto e moto e alcune le ho vissute personalmente. Anch'io ho letto a riguardo delle Harley da 20.000 Euro con problemi di olio e filtro aria, ho posseduto Passat con problemi continui agli iniettori, la mia attuale auto se non si interviene ogni 70.000 km fonde il motore. Aggiungere olio ogni 1500/2000 chilometri è una fumata di sigaretta e soprattutto Piaggio è intervenuta senza problemi. Non crea problemi avere la Vespona in rodaggio dopo 10.000 chilometri, anzi, il gioco vale la candela.... fossero questi i problemi...

Link to post
Share on other sites
Moderator

Il problema Tapass dipende sempre da quanti chilometri fai, io potrei farmi 1000 chilometri in una settimana, per il tipo di uso che ne faccio io è uno stillicidio, senza contare la paura di rimanere per strada, non dico che se, mai mi rifacessi la vespa, che a questo punto userei solo per qualche gita, non possa metterci il controllo olio, cosa che comunque ho sempre fatto prima di partire per un viaggio insieme anche alla verifica dell'acqua nella vaschetta, la pressione delle gomme, ma quello rientra nei controlli di routine per un viaggio in sicurezza.

Link to post
Share on other sites

Osservando quello che succede in molti ambiti mi sono fatto un idea. C'è una corsa al denaro,non c'è più l'orgoglio del marchio in qualsiasi settore (tranne forse,spero , per alcuni pochi casi) Un esempio tra i tanti: ti vendono un Computer e lo mettono sul mercato ancora in versione beta. Altri produttori,per non venire 'sorpassati' (sempre lato economico) fanno uguale. La politica è lo aggiusteremo dopo,via aggiornamenti.... (poi 'ovviamente' ci si è ritrovati con batterie che esplodono,richiami di tastiere, di hard disk ecc ecc.  E' un po' come se un domani ti rilasciano un auto o uno scooter che non frena. Bisogna fare cassa, gleilo aggiusteremo dopo. Come se un domani ho detto? Ops ,  siamo già arrivati a questo step! .... .

Il rispetto verso la mia intelligenza (parlo proprio di me e mi piacerebbe che tanti altri si unissero a tale politica) mi impone che quando vedo questi assetti,    migro altrove.  Se dal barista ogni mattina trovo lo zucchero o l'acqua sul bancone, ti cambio! (non vorrei apparire rigido,non sono così,anzi ,so da me che TUTTO può accadere,ma quando vedo la perseveranza o il ripetersi,in qualunque contesto,allora non regge la politica che è capitato, "tu" vivi così,che è tutta un altra cosa! E per inciso, non è una regola che quando alcuni non lavorano,noi altri dobbiamo averne dispiacere. Alcuni DEVONO restare senza lavoro,visto che la voglia è poca e manca pure l'impegno per rifarsi ,dove  i fatti, restituiscono risultati pressochè scarsi! E non perchè han tentato ma non ci sono riusciti, NON gliene è fregato proprio! Al di la di chi siano. In altre parole molti non vogliono migliorare. Ma la cassa si,quella si ,quella tutti la vogliono migliorare.

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites

Certo, sono almeno 20 anni che c’è l’evidenza del fatto che le cose non devono durare ma basta che arrivino alla scadenza della garanzia. Questo in tutti i settori. Perché l’industria deve sempre fare + rispetto all’anno precedente e tutti devono avere un lavoro, perché nessuno rinuncerebbe al proprio lavoro nel nome di una riduzione della produzione (di spazzatura). Quindi le cose andranno avanti così, è da così a peggio. La penso anche io in questo modo ma purtroppo mi rendo conto che la situazione non cambierà a breve, quindi o non mi faccio paranoie oppure dovrei evitare di acquistare qualsiasi cosa. Mi scuso per l’o.t.

Link to post
Share on other sites
Moderator

Ragazzi è il contesto del si rompe lo ricompro, poi ovviamente dipende dal contesto e dal costo dell'oggetto, perchè ormai un un'epoca consumistica, se una cosa dura troppo allora non è più conveniente, la cosiddetta obsolescenza programmata, dove un bene invecchia per due fattori, di solito, poi ce ne possono essere altri, il primo perchè non più di moda, perchè antiquato, vecchio, non aggiornabile, il secondo perchè devono rompersi in tempi ben previsti, di solito allo scadere della garanzia, si può riparare, sicuramente, ma di solito il costo è la metà del valore del nuovo, a volte nemmeno conveniente ripararlo, passando così al modello successivo, più bello, più fico, ma che non ha niente di più di quello precedente. 
Una volta le lampadine duravano anche 100 anni, poi ci si è resi conto che non sarebbe stato conveniente ed ecco che le lampadine durano un numero preciso di accensioni, poi il filamento si rompe, il gas si esaurisce il led si brucia.
Lo stesso vale per i prodotti legati alla pappatoria :), una volta i prodotti erano di qualità, buoni e, se non fatti in casa, comunque avevano un gusto piacevole, oggi si va al supermercato, per fare prima, ma intanto i prodotti sono pieni di cose, che con il prodotto finito hanno poco con cui spartire, va be! Inoltre ci indicano che non hanno cambiato il prezzo, per venirci incontro, vero, ma nessuno si accorge che la quantità è diminuita da 1 kg sono passati a 600 grammi, il grano non è più italiano, le patate vengono chi sa da dove, l'olio è mischiato con altri oli europei. noi che abbiamo il sole, l'acqua e la fortuna di avere una agricoltura fiorente la stiamo facendo morire, a favore dell'europa, quanti terreni ormai sono stati abbandonati a favore di costruzioni di case, oggi conviene così, l'agricoltore non guadagna niente, per favorire il mercato europeo, il nostro prodotto, una volta il fiore all'occhiello, dato al macero. 
Oggi il mondo è questo, il consumismo, la ricerca di trovare e avere tutto, ci si indebita per le vacanze, per l'auto, per lo sport, pur di apparire, motivo per cui siti come instagram e face vanno avanti, la spasmodica voglia di essere notati, visti guardati, come dice Vespone84 andando avanti le cose peggioreranno, anche perchè arriveranno una massa di ragazzini, ormai adulti, che non hanno vissuto, non sanno cosa c'era prima, come non lo sappiamo noi, magari abbiamo vissuto nel boom economico, lo abbiamo preso al meglio grazie agli sforzi dei nostri genitori, abbiamo abbracciato le comodità ed il futuro che ci si è aperto davanti, siamo passati dalla tv in bianco e nero a quella a colori, dai lavori manuali ai lavori con il computer, abbiamo visto ditta salire agli onori di cronaca e poi scomparire, perchè non in grado di aggiornarsi. no il futuro sarà peggio

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

...... Allora finiamola (TUTTI) con la pagliacciata del preservare , avere rispetto per l'ambiante. "Va bene"  anche così, questo assetto,però mettiamoci d'accordo ,"facciamo" pace col cervello , e ammettiamo che siamo all'osso senza fare i buonisti.

A me personalmente non va bene,però se è così che deve andare almeno evitiamo "gli insulti" .

Link to post
Share on other sites
Il 1/5/2021 at 23:01, Tapass dice:

È esattamente quello che sostengo, leggo tante cose sulle auto e moto e alcune le ho vissute personalmente. Anch'io ho letto a riguardo delle Harley da 20.000 Euro con problemi di olio e filtro aria, ho posseduto Passat con problemi continui agli iniettori, la mia attuale auto se non si interviene ogni 70.000 km fonde il motore. Aggiungere olio ogni 1500/2000 chilometri è una fumata di sigaretta e soprattutto Piaggio è intervenuta senza problemi. Non crea problemi avere la Vespona in rodaggio dopo 10.000 chilometri, anzi, il gioco vale la candela.... fossero questi i problemi...

Scusami Tapass, lungi da me qualsiasi polemica, ma la Piaggio è intervenuta senza problemi a fare cosa (nel mio caso)? Dopo varie insistenze, ad inviarmi ed installarmi un altro gruppo termico con gli stessi problemi del primo? A farmi aspettare un mese per sostituirmi il secondo GT (in realtà il terzo, considerando quello con cui è uscita dalla fabbrica)? A me sinceramente avere una Vespa a cui è stato aperto 2 volte il motore in 9 mesi, con le tarature che non saranno più quelle di fabbrica, un po’ mi fa girare le scatole. Senza contare che la seconda sostituzione del GT è stata accompagnata anche dalla sostituzione dell’intero gruppo testata (valvole comprese) come a dire: speriamo di averci preso questa volta. Chiaramente se l’utilizzo del mezzo è destinato ad un uso saltuario si potrebbe anche accettare un consumo “anomalo” di olio, ma se si utilizza la Vespa per andarci in ufficio tutti giorni dell’anno la cosa diventa piuttosto fastidiosa (almeno ci avessero messo un oblo per il controllo).

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Leonida dice:

Scusami Tapass, lungi da me qualsiasi polemica, ma la Piaggio è intervenuta senza problemi a fare cosa (nel mio caso)? Dopo varie insistenze, ad inviarmi ed installarmi un altro gruppo termico con gli stessi problemi del primo? A farmi aspettare un mese per sostituirmi il secondo GT (in realtà il terzo, considerando quello con cui è uscita dalla fabbrica)? A me sinceramente avere una Vespa a cui è stato aperto 2 volte il motore in 9 mesi, con le tarature che non saranno più quelle di fabbrica, un po’ mi fa girare le scatole. Senza contare che la seconda sostituzione del GT è stata accompagnata anche dalla sostituzione dell’intero gruppo testata (valvole comprese) come a dire: speriamo di averci preso questa volta. Chiaramente se l’utilizzo del mezzo è destinato ad un uso saltuario si potrebbe anche accettare un consumo “anomalo” di olio, ma se si utilizza la Vespa per andarci in ufficio tutti giorni dell’anno la cosa diventa piuttosto fastidiosa (almeno ci avessero messo un oblo per il controllo).

Nessuna polemica capisco cosa intendi, io sono al secondo GT compreso quello di fabbrica, mi sono mosso in anticipo ed ho avuto un fermo di una settimana... Quando avevo la Passat che non costava 6000 Euro, mi sostituivano in garanzia un iniettore Siemens alla volta e dopo poco, a rotazione, ne saltava un altro fino alla fine della garanzia, rivenduta per disperazione, stanco di rimanere a piedi. Questo non giustifica Piaggio, a me la situazione olio non pesa, a te la scelta di rivenderla...

Link to post
Share on other sites

Che poi intendiamoci, cosa significa consumo anomalo? Qualunque tabella dice che il consumo normale in un motore 4t è dell’ ordine di 0.2% sul carburante quindi anche fosse saremmo ampiamente dentro. Poi sicuramente è fastidioso aggiungere. Come è fastidioso controllare le gomme i freni e le sospensioni. Però un motore che non consuma olio non esiste. E sinceramente mi preoccuperei di più se non diminuisse di nulla in quanto significherebbe che il carburante va ad aumentare il livello. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Vespone84 dice:

Che poi intendiamoci, cosa significa consumo anomalo? Qualunque tabella dice che il consumo normale in un motore 4t è dell’ ordine di 0.2% sul carburante quindi anche fosse saremmo ampiamente dentro. Poi sicuramente è fastidioso aggiungere. Come è fastidioso controllare le gomme i freni e le sospensioni. Però un motore che non consuma olio non esiste. E sinceramente mi preoccuperei di più se non diminuisse di nulla in quanto significherebbe che il carburante va ad aumentare il livello. 

Lo 0.2% di un litro sono 2cl che moltiplicato x 33 (piu' o meno i litri necessari a fare 1000km) sono 66 cl (varia poco in cc, considerando il peso specifico circa di 0.92).... il consumo "anomalo" per cui la Piaggio ha riconosciuto la sostituzione del GT si aggira sui 250/300 cl x 1000 Km, non mi sembra che siamo "ampiamente" dentro. Comunque credo che non sia necessario aggiungere ulteriori elementi, ognuno tragga le sue conclusioni, Una buona giornata a tutti. Vespa venduta, io chiudo qui.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

.. Quello ci dovrebbe stare , a mio vedere ,che non la si deve   vendere ,vuoi per delusione,vuoi per togliermela dalle @@, vuoi perchè l'ho schifata (termine usato abbastanza spesso nel contesto napoletano per dire provare schifo, disgusto per qualcosa ecc ,capita anche a me quando si passa "la bandierina del troppo" .)  ma al posto di venderla riportarla indietro e se la dovrebbero pure tenere. E l'obbligo del rimborso totale.

(cosa che mi capita di tanto in tanto. Ho sempre riportato indietro le cose non funzionanti,talvolta gli è bastato guardarmi in faccia e me l'hanno cambiato o restituito i soldi spesi, altre volte ho duvuto 'modificare' per un momento l'assetto pacifico che mi contraddistingue,purtroppo.  Anche cose da più di 1.000 euro. Figuriamoci per 6.000 e passa,cosa poteva accadere.. .)

 

Edited by penguin-gts711
Link to post
Share on other sites
Il 4/5/2021 at 08:22, Leonida dice:

Lo 0.2% di un litro sono 2cl che moltiplicato x 33 (piu' o meno i litri necessari a fare 1000km) sono 66 cl (varia poco in cc, considerando il peso specifico circa di 0.92).... il consumo "anomalo" per cui la Piaggio ha riconosciuto la sostituzione del GT si aggira sui 250/300 cl x 1000 Km, non mi sembra che siamo "ampiamente" dentro. Comunque credo che non sia necessario aggiungere ulteriori elementi, ognuno tragga le sue conclusioni, Una buona giornata a tutti. Vespa venduta, io chiudo qui.

non discuto l'arrabbiatura, e nemmeno le decisioni personali; lo 0,2% di 1 litro sono 2ml, che su 1000km con gli stessi litri per 1000km fanno 6.6 cl; la qualità a confronto delle vespe del passato non regge, siamo tutti d'accordo; ma alla vespa si perdona "quasi" tutto 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...