Vai al contenuto

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di Modernvespa. 
Grazie mille :ciao:

MV-News
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.
  • Collaboratori


  • Statistiche Utenti

    • Utenti totali
      651
    • Record utenti online
      729

    Nuovo iscritto
    Cremoncello
    Iscritto
    •   
    Chatbox
    Load More
    You don't have permission to chat.
  • Chi è Online Visualizza tutti

  • Statistiche forum

    • Topic Totali
      1091
    • Risposte Totali
      10124
  • Ultimi Utenti Registrati

Pino

La personalità del motociclista

Recommended Posts

Moderator

Continuiamo a elucubrare!! (tanto è gratis!)

Siete d'accordo con la definizione della personalità del motociclista che viene data in questo articolo di "In Sella"?

Personalmente ritengo che quella del Vespista non coincida con quella che viene data nella prima parte dell'articolo.

A mio modo di vedere il vespista non è animato da aggressività ed eccessiva spregiudicatezza, anzi, il mio ideale di vespista è quello che con calma e filosofia si gode il suo mezzo e la strada e non sfida il mondo, ma lo apprezza

Mi ritrovo invece nei concetti espressi nella seconda parte dell'articolo, il mezzo è una parte di te, e infatti; quanto mi manca in questi mesi !!

Ciao!

Meditate !!

Pino

 

La passione per la moto è nel DNA

Una compagnia assicurativa inglese ha analizzato il comportamento dei motociclisti, da questo studio è risultato che i motociclisti hanno la passione e la predisposizione ad amare la moto "scritte" nel proprio DNA

 

Guidare la moto ci fa stare meglio

Uno studio promosso dalla compagnia assicurativa inglese Bennetts ha dimostrato che il desiderio di guidare la moto è "scritto" nel nostro DNA. Secondo questo studio i motociclisti hanno una predisposizione genetica per i comportamenti impulsivi e rischiosi. Vivendo queste situazioni il cervello dei motociclisti produce dopamina, che aumenta soddisfazione e piacere (la stessa, per intenderci, che viene rilasciata in un rapporto sessuale). Tutti i motociclisti "analizzati" hanno dimostrato di avere un'alta inclinazione a prendere rischi (72%), una soglia di noia molto bassa (71%) e spontaneità nelle risposte (69%). Inoltre la ricerca ha dimostrato statisticamente che l'85% dei motociclisti si sono avvicinati al mondo delle due ruote grazie ad un parente, l'11% grazie ad amici e mentre il 4% tramite conoscenti. 

 

La passione si trasmette fra individui predisposti

L'essere motociclista definisce la personalità per i 2/3 degli individui (73%), che hanno ammesso che è grazie alla moto se sono così. Il 62% ha ammesso che non potrebbe vivere senza moto, e il 61% la definisce addirittura un membro della famiglia o un'estensione della propria persona (70%). La psicologa Donna Dawson ha analizzato tutti questi dati e ne ha tirato una sorprendente conclusione: "Gli psicologi sanno dagli studi che il 60% dei tratti della personalità sono ereditari, al restante contribuisce l'ambiente e l'educazione. La nostra ricerca dimostra che i motociclisti si avvicinano alle due ruote grazie allo stimolo di un membro della famiglia e che l'attaccamento al mezzo è molto forte. Questo si spiega con il fatto che i membri della famiglia si trasmettono il gene NS (sta per Novelty-Seeking, ovvero quello che spinge verso le novità e nuove esperienze) che viene rinforzato dall'ambiente e dalla condivisione per l'amore per la moto. Posso dire che è il motociclismo è realmente "nel sangue" di queste persone." Un risultato che dimostra "ufficialmente" quello che tutti i motociclisti sanno di già: la moto è una parte di te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Moderator

Allora che dire, la moto è un qualcosa a se, rispetto alla vespa, la moto ti porta spesso ad esagerare, perché ha dei limiti molto elevati, la troppa sicurezza però porta a fare più facilmente errori, errori che sommati alla velocità ti porta a farti sicuramente male. La vespa invece è più lenta, si sentono subito tutti i suoi limiti, difficilmente si superano i 100, almeno che non si prenda l'autostrada, con la vespa ti godi il viaggio magari condividendolo con altri. Ogni viaggio è una esperienza in più, che rimarrà nei ricordi per sempre. Penso che sia realmente qualcosa insito nel nostro Dna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, nella prima parte non mi ritrovo, probabilmente perché non sono motociclista di origine. Quello che apprezzo della vespa è proprio il “keep calm” che è insito nel mezzo. Vado (relativamente...., non sono proprio una lumaca) piano, non cerco rischi e la sua guida poco impegnativa mi permette di non concentrarmi solo sulla guida ma di guardarmi intorno vedendo le cose da un punto di vista rispetto all’ auto.

E’ una parte di me ? Non so, di sicuro mi rilassa e mi spiacerebbe dovervi rinunciare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×