Jump to content

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di Modernvespa. 
Grazie mille :ciao:

MV News
  • Collaboratori
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.

Search the Community

Showing results for tags 'vespa gt'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Benvenuti in ModernVespa.it
    • Presentazioni
    • Le nostre Vespa
    • Commenti / Feedback / Suggerimenti
    • News e annunci
  • Generale
    • Forum di carattere generale sulla Vespa
    • Off Topics
    • Tecnica
    • Gite in VEspa
  • Mercatino
    • Compro-Cerco ricambi
    • Compro
    • Vendo Ricambi
    • Vendo

Categories

  • Uso e manutenzione
  • Stazioni di servizio
  • Parti di ricambio
  • Manuali Operativi
  • Racconti di viaggio

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Località


Vespa posseduta


Occupazione


WEBSITE


INTERESTS

Found 2 results

  1. Io mi sono innamorato di una gt 200 al del 2004. È perfetta in meccanica e carrozzeria. Unoproprietario, 20000km, recentemente ha fatto lavori per più di 500€. La vendono a 2000€ . Cosa ne dite? Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  2. Questo ovviamente è un articolo datato del 25 marzo 2003, la Gt 200 non è più prodotta, ma fa sempre piacere trovare qualche info o prova online L'articolo è di Motociclismo che ne detiene i diritti vi metto il link diretto alla prova http://www.motociclismo.it/piaggio-vespa-grantuismo-200-l-1-ricetta-vespa-moto-1627 Piaggio Vespa Grantuismo 200 L 25 marzo 2003 RICETTA VESPA Il ritorno del “Vespone” Se la Vespa PX nel 2002 è stata venduta ancora in quasi 5.000 esemplari un motivo ci sarà. Forse perché viene considerata l’ultima rappresentante della “vera” Vespa, quella con il cambio manuale ed il motore 2T, o forse perché le recenti ET2-ET4 non sono entrate nel cuore dei Vespisti. Piaggio ci “riprova” con la Granturismo. La “ricetta” della Vespa è piuttosto semplice e al tempo stesso impalpabile: a parte la carrozzeria portante in lamiera, per la nuova Granturismo la maggior parte degli altri “ingredienti” sono stati liberamente interpretati dai tecnici Piaggio con l’obiettivo di ottenere un mezzo stabile, brillante, ben frenato e maneggevole: le ruote passano da 10 a 12 pollici, i freni sono entrambi a disco, al posteriore ci sono due ammortizzatori anziché uno, il motore è 4 tempi raffreddato a liquido, il cambio è automatico ed il comando del freno posteriore non è più a pedale. Ma allora non è una Vespa! Certo che lo è, anzi, interpreta benissimo il concetto di “Vespone”, tanto che vedendola distrattamente per strada si pensa subito allo scooter di Pontedera. Il merito è del design, nuovo ma assolutamente “vesposo”, con proporzioni omogenee e superfici ben raccordate. Rispetto alla ET4, complessivamente più piccola, la GT ha una parte posteriore con pance più pronunciate. Piacevoli anche le modanature che chiudono la parte bassa posteriore, le finiture della pedana, la forma degli indicatori di direzione ed il manubrio, ben staccato dallo scudo anteriore. Generosamente dimensionata la sella, con le maniglie per il passeggero nascoste sotto la porzione ad esso dedicata. C’è anche il portapacchi, riuscito nella forma, solido e piuttosto sporgente dalla sagoma del veicolo. Al passeggero sono dedicate ampie pedane retrattili (in alluminio) con meccanismo a quadrilatero. Davvero una bella trovata, peccato solo che le scanalature in senso longitudinale facciano scivolare i piedi verso l'esterno. Meno riuscito il parafango anteriore, forse un po’ anonimo, ed il faro posteriore, dal disegno ricercato che può non piacere. Di aspetto economico la marmitta e lastrumentazione, completa e leggibile ma poco adatta ad un mezzo dalla elevata personalità come la Vespa. COM'È FATTA Abbiamo provato la nuova Vespa Granturismo nella versione 200 (198 cc, ma c’è anche 125 cc a 3.736 euro). Non è un maxiscooter, dato che con questa definizione si identificano i modelli, di tutte le case, di almeno 250 cc. Dai maxiscooter prende però le doti di abitabilità e stabilità a cui gli scooteristi moderni non vogliono rinunciare. Primo passo verso questo obiettivo le ruote da 12 pollici con pneumatici di larga sezione: 120/70 all’anteriore e 130/70 al posteriore. Una scelta importante quella delle ruote di maggior diametro, perché ha condizionato tutto il progetto, dagli ingombri del motore all’altezza da terra. Ne ha beneficiato il comfort, con un migliore assorbimento delle asperità, e la stabilità, per via del maggiore effetto giroscopico. Su entrambe le ruote agiscono freni a disco da 220 mm, con pinze a 2 pistoncini di cui quella anteriore flottante. Ottimo il rendimento: frenate sempre pronte e potenti, buona anche la modulabilità. E’ rimasta anche sulla nuova GT la forcella anteriore a “biscottini” (monobraccio con ammortizzatore idraulico e molla coassiale), è stata però riprogettata per offrire migliore capacità di assorbimento e sicurezza. I due ammortizzatori posteriori sono regolabili nel precarico molla su 4 posizioni. L’altra grossa novità è rappresentata dal motore. Un 4 tempi raffreddato a liquido con testata a 4 valvole. Praticamente impercettibile la presenza di radiatore ed elettroventola, con sfoghi per l’aria calda sui lati del vano retroscudo. Massimo sfruttamento dello spazio a disposizione per il serbatoio benzina, conformato ad “anello” e posizionato intorno al bordo superiore del vano sottosella. Quest’ultimo può ospitare due caschi jet, purché di dimensioni ridotte. Per la migliore accessibilità meccanica il vano stesso è asportabile dato che le pance laterali non sono apribili. COME VA La nuova Vespa Granturismo ci è sembrata veramente a punto. Maneggevole e stabile in tutte le situazioni ha un reparto trasmissione perfetto ed un motore ricco di coppia e dalla risposta sempre pronta. Ciò che impressiona più favorevolmente è la facilità ed immediatezza con cui ci sente a proprio agio in sella ed alla guida. Certo, è una Vespa in tutto e per tutto, quindi schiena eretta e scarso riparo aerodinamico. L’abitabilità è più che buona per piloti di tutte le taglie, la sella è poco più alta che in passato ma non tanto da scoraggiare l’utenza femminile. Un plauso va alla distribuzione dei pesi, con il baricentro basso che aiuta molto nell’angusto traffico cittadino. L’accelerazione è pronta e vigorosa (poco più di 18 sec sui 400 metri da fermo), migliore di quella dei concorrenti Aprilia Scarabeo 200, Aprilia Atlantic 200 e del “cugino” Beverly 200, prestazioni confermate anche in ripresa dove la Vespa GT spunta il tempo migliore. Merito probabilmente della trasmissione davvero efficace, del peso contenuto in 144 kg e del brillante motore, capace di oltre 16 CV alla ruota (a 8.500 giri). Allineata ai concorrenti la velocità massima, di poco superiore ai 119 km/h. Ottimo il lavoro di freni e sospensioni, in questo settore è stato sicuramente fatto un passo in avanti rispetto al passato. La stabilità sul veloce è buona, solo nei curvoni affrontati a velocità prossime a quella massima può innescarsi qualche ondeggiamento, tuttavia mai eccessivo e preoccupante. Bassissimo il tasso di vibrazioni. Nonostante il nome Granturismo appare chiaro che l’habitat di questo nuovo “Vespone” resta la città, ma i percorsi extraurbani a medio-corto raggio sono assolutamente alla sua portata, sia per autonomia che per comfort, anche del passeggero. Buoni i consumi: in città abbiamo percorso quasi 18 km/l, nel ciclo extraurbano oltre 22 km/l mentre il consumo massimo, sfruttando a fondo la meccanica, si è attestato su un ottimo 14,2 km/l. La nuova GT è importante anche per il riposizionamento della serie ET4 che rappresenta così ora la famiglia “piccola” delle Vespa targate. La Vespa Granturismo è catalizzata ed omologata Euro2 e costa 4.076 euro chiavi in mano. SCHEDA TECNICA VESPA GRANTURISMO 200L E 125L: dati dichiarati (tra parentesi: versione 125L) Motore Tipo: Monocilindrico 4 tempi, 4 valvole, con catalizzatore a 2 vie e sistema aria secondaria SAS; Cilindrata: 198cc (124cc); Alesaggio x Corsa: 72 x 48,6 mm (57 x 48,6 mm); Potenza max all’albero: 21 CV a 8.500 giri/minuto (11 kW / 15 CV a 10.000 giri/minuto); Coppia max all’albero: 17,5 Nm a 6.500 giri/minuto (11,5 Nm a 8.500 giri/minuto); Distribuzione: Monoalbero a camme in testa SOHC; Accensione: Elettronica a scarica capacitiva CDI e anticipo variabile; Avviamento: Elettrico con starter automatico; Lubrificazione: A carter umido con pompa a lobi comandata da catena; Capacità coppa olio: 1 litro; Raffreddamento: a liquido; Frizione: automatica centrifuga a secco, con tamponi smorzatori; Cambio: variatore automatico CVT con asservitore di coppia. Veicolo Struttura portante: scocca in lamiera di acciaio stampata con rinforzi strutturali saldati; Sospensione anteriore: monobraccio con ammortizzatore idraulico bicamera e molla coassiale; Sospensione posteriore: due ammortizzatori a doppio effetto con precarica regolabile; Cerchi ruota anteriore e posteriore: in lega di alluminio pressofusa 12”x3,00”; Pneumatico anteriore: Tubeless 120/70-12”; Pneumatico posteriore: Tubeless 130/70-12”; Freno anteriore: a disco 220 mm, pinza a pistoni flottanti con 2 cilindretti; Freno posteriore: a disco 220 mm, pinza a 2 pistoni contrapposti; Capacità serbatoio carburante: 10 litri di cui 1,9 per riserva. Dimensioni e prestazioni Lunghezza: 1.940 mm Larghezza alle manopole: 755 mm Altezza sella: 790 mm Passo: 1.395 mm Peso a secco: 138 kg Velocità massima: 119 km/ora (102 km/ora) Percorrenza a 60 km/ora: 37 km/litro (33 km/litro) Emissioni gassose e acustiche: omologata secondo Multidirettiva Euro2
×
×
  • Create New...