Jump to content

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di Modernvespa. 
Grazie mille :ciao:

MV News
  • Collaboratori
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.


Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 04/21/2018 in all areas

  1. 4 points
    Ciao Pino, gli anni passano ma.......... la Vespa è sempre la Vespa 😜 Buon fine settimana a tutti, Vespisti e Lambrettisti
  2. 4 points
    La mia vecchietta è del 2003 comprata a poco ma completamente rigenerata ora dopo 2 anni passati assieme va divinamente. Abbiamo passato le vacanze assieme in Sardegna, io lei e mia moglie, bellissimo...
  3. 4 points
    Se è la boccola , benissimo!!...Verifica se i 2 dadi da 10 della flangia collettore sono stretti , e se non ce ne uno mancante lato dx !! Si spezzavano ! Vedi Foto ...si ci va un anello di rame Come detto da Tristano !
  4. 3 points
    Ciao a tutti, oggi complice un bel cielo azzurro, io e mio figlio Alessandro ci siamo fatti un giretto lungo la riviera ligure. E' bello sentire la propria passione trasmessa a chi si ama di più... Per ora a bordo di un PK 50... Domani chissà.... Un saluto a tutti.
  5. 3 points
    Versione senza pass 1911921641.pdf
  6. 3 points
    Visto che in alcune discussioni si iniziano a fare delle considerazioni sulle classi ambientali ed i possibili blocchi alla circolazione vi riporto la scheda del piano dei blocchi per l' AREA B DI MILANO che entrerà in vigore dal prossimo 25 febbraio. Il Comune di Milano ha avuto l'accortezza di predisporre da subito un piano graduale di limitazioni che al momento arrivano fino all'anno 2030. Preciso che l'Area B è attiva nei giorni feriali dalle 7:30 alle 19:30 e copre gran parte del Comune di Milano (anche zone periferiche!). Ovviamente il piano prevede limiti per ogni categoria di veicolo ed i motoveicoli/ciclomotori risultano sicuramente tra i meno penalizzati: In estrema sintesi possiamo fare queste considerazioni: I motoveicoli 2T Euro0 e Euro1 sono da subito soggetti al blocco della circolazione; i motoveicoli 4T Euro0 e Euro1 potranno liberamente circolare fino all'1/10/2024 (Vespa ET4) come i 2T Euro2 (Vespa ET2) i motoveicoli 4T Euro2 potranno liberamente circolare fino all'1/10/2025 (Vespa 125/200 Granturismo) i motoveicoli 4T Euro3 potranno liberamente circolare fino all'1/10/2028 (Vespa GTS/GTV/LX) *** questa categoria sembra parecchio penalizzata in quanto potrebbero rientrare veicoli relativamente giovani *** i motoveicoli 4T Euro4 ad oggi non è prevista nessuna limitazione come per i motoveicoli ibridi/elettrici. i motoveicoli diesel (Microcar) subiscono le maggiori limitazioni Un piano simile potrebbe essere adottato anche da altre città (in particolare nella pianura padana) che soffrono dell'inquinamento atmosferico ma probabilmente con un approccio più soft (quello di Milano potete considerarlo come lo scenario peggiore). Se state pensando all'acquisto di una Vespa usata per muoversi a Milano fate le vostre valutazioni sulla soluzione più opportuna !
  7. 3 points
    Posizione originale sensore temperatura esterna....da cavalletto laterale.
  8. 3 points
    Ei sono l'ultimo ad arrivare? Va be ciao e benvenuto da un Romano, che sta facendo un buon rodaggio alla schiena grazie alle tante buche su Roma, magari ci si può vedere, cominciamo ad essere una bella compagine su Roma, un mini raduno con aperitivo una domenica di queste.
  9. 3 points
    La guarnizione di scarico sulla testa dovrebbe essere questa: https://www.ebay.it/itm/GUARNIZIONE-SCARICO-32X38X1-5-MM-751-86-32-250-VESPA-GTS-M45100-2006-2012/273208159621?hash=item3f9c79ad85:g:rlwAAOSwV21a2MD4 e dovrebbe essere la stessa per tutti i modelli di Vespa. Non so se è posizionata sulla testa del collettore di scarico o sul cilindro, quando ho smontato lo scarico della mia 250 non mi ricordo di aver visto guarnizioni quindi è probabile che la guarnizione sia posizionata sul cilindro. Anche il fatto che si solito questa guarnizione venga fornita in kit insieme alle altre guarnizioni del cilindro depone in questa direzione. Potrebbe quindi essere difficile da raggiungere senza smontare il motore, vista la posizione infame del collettore di scarico. Magari prima proverei a cambiare la boccola in grafite e poi pensare a questa guarnizione se non risolvi.
  10. 2 points
    Vuol dire che fai scorrere la puleggia condotta esterna in senso orario e inserisci la cinghia ( la quale in fase di montaggio deve essere interna , non a filo di puleggia ) di modo che la stessa , si allunga e la metti nel variatore nel modo giusto , che ti ha postato valdemar....
  11. 2 points
    Vabbè male non è andata [emoji6]
  12. 2 points
    La vespa è una droga, ed io ne ho le prove.
  13. 2 points
    Ed ecco un altro caso risolto dal nostro bravo detective Walker texas ranger
  14. 2 points
    Questa è la mia vespa. Ce ne sono tante come lei, ma questa è mia!
  15. 2 points
    Ciao a tutti In questo periodo di grigiori e freddo, che la Vespa sembra un sogno remoto, non trovo di meglio da fare che perdermi in elucubrazioni, come queste, tratte da un articolo di "motospia.it" Ve ne propongo la lettura; se non altro vi farà passare un po' di tempo di questa grigia domenica e, magari, ci farà pensare un po' Se avete commenti ... Pino In moto per viaggiare o per distinguerci dagli altri, per correre in pista o per una gita fuori porta. Siamo motociclisti, tutti diversi ma legati dentro. Legati da una passione così forte, che quando abbassiamo la visiera del casco, entriamo in un mondo migliore. Perché vai in moto? Ecco, ci risiamo con la solita domanda che ad ognuno di noi almeno una volta è stata fatta. Magari accompagnata dalle solite banalità: è pericolosa, prendi freddo, prendi caldo, ti devi bardare dentro tute pesanti e scomode, il casco… Sono certo che ognuno di noi ha una sua risposta a questa domanda e che ogni risposta sia diversa l’una dall’altra perché ognuno di noi vive questo mezzo in molteplici modi. Ma c’è un unico filo conduttore che ci accomuna tutti: la passione. Prendete un foglio bianco, dividetelo in due colonne, con i pro da un parte e i contro dall’altra e incominciate a elencarli. Vi accorgerete che indipendentemente da come viviate questa passione, che sia il modo per viaggiare, o per andare a fare la semplice gita fuori porta o per la sparata di poche ore con gli amici o una semplice pistata, vi troverete come un fiume in piena ad elencare i pro tanto da dimenticarvi i contro. Un fiume in piena che si chiama libertà che questo mezzo ci dona e che surclassa ogni limitazione o costrizione imposteci. Forse è la ricerca di evasione che ognuno di noi cerca, a portarci la prima volta in sella. Ma basta davvero poco per ritrovarci in un mondo in cui non ci saremmo mai aspettati di trovarci e che solo chi ha provato ad andare in moto può capire ed amare, mentre per il resto delle persone sono solo concetti di difficile interpretazione. Personalmente amo andare in moto perché è il modo migliore che conosco per vivere delle emozioni e liberare la mente, perché quando indosso il casco e abbasso la visiera è come se entrassi in un altro mondo, dove i pensieri e i problemi di tutti i giorni non possono entrarvi. Un amico anni fa mi disse che il mondo da dentro il casco è più bello, più profumato e con colori più intensi. Lì per lì non capii le sue parole, ma con il tempo mi fu tutto molto più chiaro, trovandomi a vivere quelle emozioni di cui mi parlò tempo prima. Raggiungere un passo montano, fermarsi nel punto più alto e ritrovarsi ad ammirare il panorama nel più totale silenzio, rotto solo dal ticchettio dello scarico caldo, accompagnato dal “profumo” dei vapori della benzina. O ancora farsi cullare dolcemente dalle curve di un tracciato collinare. Insomma tutto sembra davvero più bello, più buono. Anche un semplice panino con il salame mangiato a bordo strada diventa una bontà. Quindi sia che si viva questa passione in solitudine o in gruppo saranno momenti unici di vita. È una visione eccessivamente romantica delle due ruote? Forse. Ritengo che nel momento in cui si indossa un casco si entra a far parte di una famiglia legata da una forte fratellanza. Seppur all’apparenza soli, in strada ci sarà sempre un fratello biker pronto a fermarsi per soccorrerci nel caso ce ne sia la necessità. E in un mondo egoista ed individualistico come quello in cui viviamo, rende ancora più speciale questa passione. Ma come la Luna, questo modo di vivere ha due facce: una luminosa e splendente, l’altra nera e oscura. Già, perché questa passione nasconde un lato oscuro legato a cadute, incidenti, ferite e purtroppo anche morti. L’importante è non dimenticarlo mai e vivere questo tremendo lato oscuro in modo cosciente.
  16. 2 points
    È sempre lì , solo che hai una copertura che non è a vista . ....a posto 10 minuti di lavoro.
  17. 2 points
  18. 2 points
    Ciao a tutti! Appena tornati da una 3 giorni nelle valli dell'Alto Adige - Sud Tirolo Non ce la potevamo fare in Vespa, ma lo riporto comunque come possibile spunto per un giro vespistico nella stagione opportuna. Strade panoramiche, scenari montani meravigliosi, godibilissimi con una Vespa Ma anche luoghi di grande interesse, come l'antica Abbazia di Novacella E poi, dato il periodo, i tipici mercatini di Natale di Vipiteno, Bressanone, Brunico e San Candido. Ultima tappa, questa mattina a Merano E un saluto finale da due Principesse E un brindisi al prossimo anno Vespistico da parte mia !! BUON ANNO A TUTTI !!!! Pino
  19. 2 points
    si si è fattibile; ricordo un utente (di un altro forum) che la installò perchè abitava nel sud Italia (Sicilia?) ed aveva il tuo stesso problema nei mesi estivi. Poi ho trovato anche questo utente (della California) che ha fatto la medesima modifica semplicemente mettendo in parallelo i collegamenti: http://modernvespa.com/forum/topic53697?highlight=radiator+fan Chiederei sempre però al tuo meccanico... e valuta anche la garanzia del mezzo (decade se fai la modifica?..)
  20. 2 points
    Si io infatti ipotizzare almeno fino alla feritoia della cravatta....lontano da fonti di calore. Se non erro i modelli dotati la posizionano in basso a destra vicino al cavalletto
  21. 2 points
    4fori di invito , tiri 4 righe e vai di seghetto (come dice Tristano) o cutter...lavoro di manualità....poi in caso o riconosci con limetta , per allineare Taglio e levare bave... perciò rettangolo leggermente più piccolo , così da correggere eventuali defezioni.
  22. 2 points
    Se hai un Dremel (che ti consiglio vivamente, ha un casino di utilizzi) ci sono i dischi appositi per il taglio plastica che ti consentono un ottimo risultato. Visto che ti serve un foto rettangolare, puoi andare direttamente con un seghetto a denti sottili, basta fare i fori di invito per fare entrare la lama e poi con un pò di attenzione dovresti ottenere un buon risultato.
  23. 2 points
    Nella sezione "Downloads" ho caricato il catalogo candele moto 2018-2019 NGK dove potete trovare la candela corretta per ogni modello di Vespa. Anche per i modelli più vecchi dove Piaggio adottava le Champion troverete la candela NGK equivalente.
  24. 2 points
    Non si sente, sarà arrivato ad '80 miglia orarie ed è tornato indietro nel tempo?
  25. 2 points
    Succede, purtroppo, l'importante è non farsi male, io per una dinamica simile ci ho perso l'uso del braccio destro, per giunta la tipa è anche scappata, meno male che avevo una mia assicurazione su gli infortuni, che mi ha pagato, altrimenti sarei dovuto ricorrere alle cassa delle vittime della strada con tempi e soldi dubbi. Comunque se lui faceva il cid e si accollava la colpa, posso assicurarti che ti avrebbero rimborsato tutto il lavoro, mi è successo più volte, per sfortuna, di essere coinvolto in incidenti, data la pratica al carrozziere, non ho mai tirato fuori una lira e rimesso in sesto il mezzo. Comuqnue l'importante è riportare a casa la pelle, per il resto ci si pensa poi
  26. 2 points
    Ah si si ok allora è quello che intendevo con "olio ingranaggi"....pensavo invece che si intendesse anche mozzo anteriore....ma non credo li si cambi Valdemar ...Sul mozzo anteriore , ruota libera su asse ci sono solo cuscinetti e grasso !! ;)
  27. 2 points
    Eihhh Luca!! La pellaccia ovviamente è la prima cosa!! La Vespa si aggiusta! Lo stesso meccanico di Concorezzo quest’estate mi aveva raccomandato di non prendere mai soldi direttamente dalla controparte, proprio perché la Vespa è un animale complicato su cui lavorare. Nel mio caso un furgoncino che improvvisamente ha fatto retromarcia mi ha rotto il parafango anteriore (e io stavo dietro in coda) Dando retta al nostro amico meccanico non ci ho rimesso una lira e un lavoro che a occhio poteva costare 100-150€ alla fine è stato di quasi 350€ Comunque per la prossima primavera rimettila posto che abbiamo tanta strada da fare in Brianza e dintorni! Ciao! Pino Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  28. 2 points
    Evidente ...Come quando cado col motorino, per una buca su strada , non è responsabile il comune ...ma dovevi fare attenzione. Si fanno le regole a loro comodo !!
  29. 2 points
    Tanto per rendere l'idea...questa è la maledetta che si avvita al prigioniero....la tengo sulla scrivania e la guardo tutti i giorni a futura memoria [emoji23]
  30. 2 points
    Fai dei segni di riferimento per levare la culotta , con pennarello ...togli il fermo segnato e viene via la culotta , poi rimetti il fermo nella stessa posizione , quando rimetti la culotta basta inserirlo nella giusta posizione e scatta . Il collegamento con il rotore interno a un L ad incastro ( particolare rosso ), fai attenzione a posizionarlo in linea perché combaci.
  31. 2 points
    Hai smontato qualcosa ...tipo bauletto.. blocchetto chiave ...o cosa ??? Quando era ferma aveva il blocca sterzo...se sì , si è disinserito bene !??
  32. 2 points
    Intanto prova con ll wd40, poi se non si risolve vediamo
  33. 2 points
    Se va sotto i 13,00 volt in moto , non carica ...in caso può essere il regolatore corrente. ...detto questo per il minimo bisogna innanzitutto sapere l' efficienza della batteria a freddo , ....
  34. 2 points
    Sono uguali ...se li prendi ti spiegherò , se hai manualità si fa !!
  35. 2 points
    Sarà un azionista della Malossi !😂😂
  36. 2 points
    Esatto! Ho messo la foto in un post di alcuni mesi fa Ciao Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  37. 2 points
    Perfetto grazie mille Tramite questo schema forse riuscirò a trasformare il mio Runner 300cc a iniezione
  38. 2 points
    Il malefico tasto rosso , oggi finita e consegnata a mio figlio una mitica GTS 250... naturalmente con tasto rosso eliminato.😉
  39. 2 points
    Io ho avuto una esperienza "simile" però con 140mila km. Ho montato dei rulli alleggeriti con una cinghia non originale che, a detta del rivenditore (scarpel...no ricambi) era compatibile. In realtà la cinghia era leggermente più corta e un poco più larga, ho fatto fatica a montarla. Per i primi km una figata perchè aveva ripreso la prontezza di quando era più giovane (140milakm fa☺️) però dopo non più di 500/1000 km la cinghia si è sfilacciata , stavo andando ad 80/90 kmh ed il motore è andato fuori giri: danno fatto. HO dovuto aprire e sostituire buone parte dei cuscinetti della trasmissione (la biella però mi sembra fosse a posto, è successo un anno fa e non ricordo bene, ho voluto dimenticare 1300 euro di riparazione)... Morale okkio alle trasmissioni non affidabili o troppo esagerate....
  40. 2 points
    Cambia olio e filtro 5W40...per il rumore se non l hai fatta tu , cambia cinghia e rulli , di quell anno non ha problemi di norma! Poi può essere (rulli...e olio se non sai cosa ce dentro....
  41. 2 points
    Capisco sempre belin per rapi d'uva... 🤪 Comunque io ho risolto con questi dischi ceramici a otto euro.
  42. 2 points
  43. 2 points
    Da motociclista...la Dainese sempre con me.
  44. 2 points
    La 200 gt è uno degli modelli prodotti da Piaggio con componentistica completamente italiana e di buona qualità. È anche l'ultimo modello a carburatore, con la successiva 250 e il passaggio all'euro 3 si è dovuto passare all'iniezione elettronica. Le prestazioni sono simili a quelle della 250, la potenza e la coppia sono un po' inferiori ma l'erogazione del motore è più sportiva e questo compensa in parte. Che io sappia la 200 non ha mai avuto problemi particolari, unica cosa potrebbe essere utile una revisione e regolazione del carburatore, che con il tempo tende a sregolarsi rendendo l'erogazione del motore meno fluida. Comunque non avrà mai la regolarità di funzionamento dei modelli ad iniezione. Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk
  45. 2 points
    Grazie Walker!!! Spruzzato wd40 su connettori centralina e problema risolto !!! Adesso riconosce tranquillamente la chiave come prima . Ho ancora un problema di carburazione ma ve lo racconto nella sezione corretta.
  46. 2 points
  47. 2 points
    Qualche scatto di Anghiari con la sua salita, la Ruga di San Martino. Oltre alla famosa battaglia è paese di Baldaccio Bruni d'Anghiari, capitano di ventura, che fu decapitato dai Fiorentini e nel Castello di Sorci che era la sua dimora, dove si dice che ancora vaghi il suo fantasma, abbiamo fatto la cena conclusiva del Vesp'esse.
  48. 2 points
    Ciao a tutti, volevo condividere questo lavoretto fatto l'anno scorso con chi potesse essere interessato; il voltmetro è uno strumento forse snobbato ma molto utile, anche per tenere d'occhio eventuali malfunzionamenti del regolatore di tensione. Inizialmente pensavo di posizionarlo nella plastica copriscudo sinistra, componente facilmente sacrificabile ed in zona agevole a lavorarci dietro, ma in quella posizione era di fatto illeggibile e costringeva a fare i contorsionismi per guardarlo; l'unica posizione facilmente monitorabile era quella della zona manubrio, e lì c'erano 2 soluzioni: o nel coperchio della pompa freno posteriore, costruendo un alloggiamento a sbalzo, o dentro la strumentazione... ho optato per la seconda soluzione. Prima di tutto ho acquistato un voltmetro molto piccolo, il seguente: Poi sono passato allo smontare la strumentazione originale, aprendola completamente; ho praticato un piccolo foro per far passare i cavetti Ho recuperato una cornicetta in materiale plastico e l'ho adattata come profilo per il voltmetro... E poi ho riassemblato il tutto, facendo passare i cavi e facendo le opportune saldature al cavo della luce di posizione dal quale ho prelevato la lettura della tensione... Risultato (purtroppo non ho foto migliori del lavoro finito, ma provvedo quanto prima a recuperarle): Il lavoro è completamente reversibile, basta chiudere il forellino dei cavi voltmetro e rimuovere il collegamento alla luce di posizione ripristinando la situazione originale.
  49. 2 points
    Ciao io ho fatto tanti viaggi in vespa, px o gts che sia, l'autostrada è comoda e da prendere in caso di pioggia, per via dell'asfalto drenante, altrimenti i percorsi interni permettono scorci e paesaggi migliori, ogni 30/40km ci sono in autostrada stazioni di servizio, aperte 24 ore su 24, il problema si pone su strade interne se mai, ma con un pieno fai circa 300 km, metti anche che ne fai 150, non dovresti avere problemi a rifornirti. Diciamo che se ti metti tra gli 80 ed i 100, ti godrai il viaggio, mantenendo una velocita comoda sicura e lontana dai tir. Controllo bene il mezzo caricalo in maniera ordinata, visto che viaggerai in due sfrutta il portapacchi anteriore se montato, per sopperire al naturale alleggerimento del retrotreno.
  50. 2 points
    Primo giorno per la carovana dei vespisti che domani andranno ad Amatrice a portare un contributo alla comunità. Oggi a Santa Maria degli Angeli ritrovo e poi giro in centro storico di Assisi. Bellissima giornata. Stasera cena di gruppo!
×
×
  • Create New...