Jump to content
MV News
  • Collaboratori
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.


Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 07/01/2020 in all areas

  1. 1 point
    Ormai ci abbiamo preso gusto, le Rane son ripartite alla grande, quest'oggi pochi i km, anche se sempre in direzion e dell'Umbria, che abbiamo lambito ma non oltrepassato rimanendo nel Lazio tra Rieti e Terni, proprio al confine delle due regioni. Una gita spirituale quella di oggi che ci ha portato in uno dei borghi più belli d'italia, anche se oramai è inflazionata come frase, faremmo prima a dire che tutti i borghi di italia sono belli, soprattutto quelli che hanno mantenuto la forma originaria del borgo. Greccio Ospita il Santuario fondato da San Francesco e qui è stata fondata, nel 1228, la prima chiesa a lui dedicata. Anche oggi le Rane erano a bordo di due Vespa 125 e due Lml, inoltre avevamo con noi la nostra mascotte Renata, unica donna nel gruppo moglie di Gianfry, che stoicamente ci ha supportato o, oserei dire, sopportato nel viaggio in direzione di Greccio. Bella la strada, ricca di curve e discretamente sana, anche se piena di moto a manetta e ciclisti, quest'ultimi stranamente in fila indiana, un vero miracolo. Tanti gli autovelox, ma i nostri mezzi per questo non danno grossi problemi visti i limiti del mezzo in se. Mangiato presso Il ristorante del Passeggero, cucina casareccia e locale molto spartano, ma non per questo si è mangiato male, anzi il cibo era particolarmente squisito, porzioni esagerate, tant'è che non abbiamo potuto proseguire con il secondo. Metto qualche scatto. Pausa caffè Parcheggio a Greccio e Greccio Ingresso al Santuario di S. Francesco
  2. 1 point
    Immaginavo. Ci ho provato, ma vuoi la fretta, la stanchezza e la posizione scomoda in cui mi sono messo (ero appena rientrato da due settimane di lavoro non stop), alla fine la pazienza è finita subito. Ho preso un po di tubo in più, per sostituire anche l'altra parte vediamo nei prossimi giorni. Comunque per l'LX il tubo è da 5x10. Preso tubo apposito per carburante, anche se inizialmente il ricambista voleva darmi classico tubo trasparente. Più che altro sono stato un po troppo giusto con le misure.
  3. 1 point
  4. 1 point
  5. 1 point
    Be su le chiappe, conveniva farci un tatoo, non so Pino se l'adesivo regge, ma poi così intimo....
  6. 1 point
    Prego, spero arrivino presto, mi hanno detto circa due giorni, quindi calcoliamo lunedì l'invio vero e proprio, per mercoledì, teniamoci larghi, venerdì li dovreste avere, diverso per l'amico della Grecia li ci metterà più tempo
  7. 1 point
    walker volevo ringraziarti visto che finalmente stamane ho smontato tutto e, come dicevi tu, era un problema di "blocco" della lancetta dovuto alla deformazione della plastica interna del cruscotto. Ho cercato quindi di ammorbidirlo con il phon cercando di ripristinarlo alla meglio. ..anche se, secondo me, mi risuccederà visto che ho avuto l'impressione che si sia assottigliata la parte deformata.. per il momento comunque funziona bene! 😉
  8. 1 point
    È una palanca! La devi togliere nella maniera che ti pare più opportuna... Leve cacciaviti tiretto! Una volta tolta vai da un buon autoricambi e con la vecchia come campione te ne fai dare una nuova! Va inserita picchiettandola sul bordo con una bussola del diametro più opportuno! È conica!
  9. 1 point
    A può anche essere, sui manuali anche moto, c'è scritto si di far fare le operazioni a personale qualificato.
  10. 1 point
    Non ce morivo di chiedere scusa ! Bene aggiornare commenti con certezze 😊😉👍
  11. 1 point
    Dopo poche centinaia di km fatti ho controllato l' olio ed era al minimo. Trovandomi dal concessionario per altri motivi l'ho fatto presente e loro mi hanno detto che vedevo male il livello sull'astina (sic) e mi indicavano un punto "sporcato" dall'inserimento dell'astina come livello giusto (sic) (sic), anzichè fermarsi dove l'astina è piena di olio. Confermo quindi che hanno VERGOGNOSAMENTE risparmiato su circa 400 cc di olio per ogni vespa. Non mi sorprende ciò perchè nella 250 precedente per risparmiare qualche cm di cavo AT, alla prima buca si è strappato dal cappuccio candela lasciandomi a piedi.
  12. 1 point
    In questo caso do ragione a Tapass, la vespa è fatta in italia, la componentistica, arriva da altre fonti, ma è così per molte case. Una cosa che però dovete sapere, che per avere il titolo di made in italy o fatto in italia, basta solo il 10%, ciò si traduce in due bottoni e l'etichetta per far si che quel capo si fregi di made in italy, anche se fatto in Bangladesh. Questa legge andrebbe rivista. Motivo per cui le Dr sono made in italy, quando si sa chiaramente che sono costruite in cina e qui mettono solo la mascherina e i paraurti
  13. 1 point
    Link al catalogo Faco http://www.facosrl.com/SchedaProdotto.aspx?CodArt=01426/C&CodMar=13&CodMod=23467 Articolo in vendita su eBay https://www.ebay.it/itm/PORTAPACCO-ANTERIORE-FACO-SPECIAL-CROM-PIAGGIO-VESPA-GTS-125-300-I-GET-MY-2019-/133314679410
  14. 1 point
    Ciao, Scooter center, Ho preso praticamente tutto li, e tutto sul nero.
×
×
  • Create New...