Jump to content

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di Modernvespa. 
Grazie mille :ciao:

MV News
  • Collaboratori
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.


Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 12/27/2019 in all areas

  1. 2 points
    Sto preparando i piani!!
  2. 2 points
  3. 2 points
    Un po come l'olio dei freni, c'è chi non lo cambia mai. Sono molto resistenti e paradossalmente c'è chi non l'ha mai sostituito in 40-50.000km. Il fatto è che l'operazione è talmente semplice ed economica, che sarebbe stupido non farla. 10€ per una boccetta d'olio che ti dura anche 10 anni e 10 minuti di lavoro. Se ti organizzi, puoi farlo senza smontare nulla. Non sono poche le persone che ti diranno che quell'olio non si deve sostituire.
  4. 2 points
    Olio mozzo ogni 20.000 Km, cambiarlo ci si mette due minuti.
  5. 2 points
    In realtà caro amico Pino ho una Vespa Px200, una Lml 150 sorellastra indiana della Vespa Px, quindi sono più vespista io di molti di voi che usate il frullatore, io almeno ho un cambio al manubrio
  6. 2 points
    Ma ... mi sembrava ... Ma non ti riguarda ... mica tieni la Vespa te! Mr. Beverly!! 😊😊😊
  7. 2 points
    Io ho avuto il GT125 (del 2004). Sono arrivato a 38.000 km senza nessun problema. L'ho tenuta bene nel senso che ho sempre fatto i tagliandi a ca. la metà dei Km (a volte anche meno...) rispetto a quello che prescrive Piaggio A parte i materiali di usura, o che invecchiano con il tempo, le uniche cose che ho dovuto cambiare perchè si sono guastate sono state il relè avviamento (quello marrone sotto alla sella lato serbatoio) e il regolatore di tensione. La rimpiango ancora….. (ora ho un GTS 300) Ciao
  8. 2 points
    Se fai tutto secondo tabella vai tranquillo, poi eventuali perdite o rotture possono accadere anche su mezzi nuovi.Trattalo bene e di km ne farai ancora molti.Ho amici che con il 125(non Vespa ma non importa) hanno 60.000 Km.
  9. 2 points
    Al momento porto ricambi con lo scooter, ma ho lavorato per 11 anni per Trenitalia, prima che Almaviva licenziasse un po' di personale.
  10. 2 points
    Eccomi per il resoconto. Iniziamo con il dire che "SI PUO' FARE" 🙂 Per punti, questa la mia esperienza nel cambio del galleggiante benzina: Si parla di GT 200 (carburatore e senza pompa di benzina...va a depressione, se non erro quelle che hanno la pompa di benzina diciamo alimentata hanno il galleggiante incorporato nella pompa. Nella GT200 Il galleggiante si trova qui Il manuale prevede questa procedura per smontare ed accedere a serbatoio che, ricordo, parte dalla parte destra e gira dietro al posteriore facendo quasi una L Diciamo subito che ho preferito arrivare a smontare anche la ruota. Quindi in ordine ho smontato: Fianchetti Porta Luce Targa Stop Frecce (altrimenti ostacolano la discesa del serbatoio) Marmitta Trapezio porta marmitta Ruota Ammortizzatore posteriore destro Per far scendere il motore ho: Prima alzato il culo della vespa con il Crick Messi due cavalletti per auto al centro della vespa Messo fascetta a stringere la leva del freno anteriore per lasciare le pinze tirate...per dare più stabilità Scollegato i bulloni superiori degli ammortizzatori posteriori (quello destro levato totalmente) Fatto scendere delicatamente con il Crick (posizionato sotto il carter) il motore per creare lo spazio necessario a sfilare il serbatoio A questo punto ho levato le viti che reggono il serbatoio (dopo aver naturalmente levato il tappo della benzina altrimenti non passa dal foro e scollegato il tubo dello sfiato che si trova li vicino...a mi raccomando fate il tutto con serbatoio totalmente vuoto altrimenti rischiate l'allagamento 🙂 ) Le viti sono 3 2 interne 1 dietro lo stop Ora, se siete in 2 meglio, potete far scendere il serbatoio che ha spazio (il motore è abbassato e non c'e' la ruota) e non è ostacolato dalle frecce posteriori e ammortizzatore destro. Mi raccomando scollegate anche il connettore elettrico dalla parte superiore Ora per smontare e sfilare il galleggiante occorre agire solo sulla parte chiara per svitare senza toccare quella che sembra una ghiera che in realtà è fissa. Ecco, ora possibile sostituire il galleggiante Questo "l'esploso" del mio che non funzionava, ipotizzo si possano essere usurate le "piste" della schedina o (come mi suggeriva il buon Walker) i connettori superiori Ecco, inserito il galleggiante nuovo si può procedere con la procedura inversa per rimontare il tutto. La sintesi è: SI PUO' FARE (basta avere voglia, manualità ed attrezzi) Importante avere il serbatoio vuoto e controllare di non scollegare quando si fa scendere il serbatoio qualche tubicino della pompa a depressione/rubinetto/tubo carburatore Importante mettere in sicurezza il mezzo quando si mette sui cavalletti (suggerisco di agire in due, mettere fascetta alla leva freno anteriore per tenerla pinzata, se si ha la possibilità fasciare il mezzo a qualcosa per non farlo muovere) Tempo impiegato 4 ore (però me la sono presa comoda e avevo molta praticità nello smontaggio di marmitta/ruote/ammortizzatori....) Mi sembra di avere detto tutto, spero che questa esperienza possa essere di aiuto a qualcuno.....quantomeno a non scoraggiarsi se si ha da sostituire il galleggiante e si pensa che sia una cosa impossibile....del resto io NON sono del mestiere..faccio tutto per hobby e passione ed invito sempre alla prudenza ed a rivolgere a personale esperto quando di tratta di sicurezza e se non si è sicuri delle proprie capacità...come si sa, quando si fanno lavori in autonomia ci si assume la responsabilità quindi...prudenza, sempre. ciao
  11. 2 points
    Mah, mi sembra na strunzat. Con motori attuali non lo farei...io!
  12. 1 point
  13. 1 point
    Vero Valdemar.... E' stata una decisione molto molto difficile anche perché era l'ultima moto storica che mi era rimasta. Adesso di storici siamo in due, io e la mia Vespa GS150 🤷‍♂️
  14. 1 point
    Ciao, potrebbe essere il corpo farfallato da pulire. Prima di affidarla al meccanico, proverei a mettere un additivo per pulizia (STP per esempio). Personalmente, quando riesco, faccio il pieno con la Blu Super, e noto che il minimo è più stabile.
  15. 1 point
    Io sono in attesa, avrò varie possibilità di mezzi, Beverly, Px 200 e Lml 150, poi ci sarebbe pure il maggiolo
  16. 1 point
    🤣 dai che dobbiamo organizzare un raid per questa primavera.... vespa o non vespa lo dobbiamo fare!!!!! 🏍️ 🛵 🛴
  17. 1 point
    Di solito insieme alla marmitta danno un foglio di omologazione, devi avere DB killer e sonda lambda e catalizzatore, senza questi requisiti la marmitta anche se omologata non lo è piu
  18. 1 point
  19. 1 point
    Dal web: Cambiare lo scarico con uno più grintoso è un vecchio “vizietto” dei motociclisti. Non c’è nulla di male, basta solo scegliere modelli regolarmente omologati. La sostituzione è perfettamente legale: lo confermano numerose circolari della Motorizzazione Generale. Ma di tanto in tanto saltano fuori Vigili Urbani, Polizia e Carabinieri che appioppano multe a chi è perfettamente in regola. Come difendersi? Se avete montato uno scarico omologato siete in regola. Capita però che qualche vigile pretenda che il montaggio sia registrato sul libretto, interpretando in maniera errata l’art.78 del Codice, secondo cui è necessaria visita e prova in Motorizzazione per aggiornare il libretto “....quando siano apportate modifiche alle caratteristiche costruttive e funzionali, ovvero ai dispositivi di equipaggiamento indicati negli articoli 71 e 72........”. La circolare ministeriale DCIVB/03 del 24/11/1997 afferma con chiarezza che sostituire lo scarico con uno omologato non può considerarsi una modifica perché non è una “vera e propria alterazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dell’intero sistema di scarico”, quindi non è necessario riportare a libretto la sostituzione. Per evitare brutte sorprese, bisogna sempre avere con sé i documenti giusti per controbattere ai “controllori”. Fondamentale il certificato di omologazione dello scarico, fornito da tutti i produttori insieme allo scarico: serve a confermare che il silenziatore è omologato proprio per la moto su cui è montato. Utile per una discussione in punta di diritto una copia della circolare del Ministero del 24/11/1997 (la potete scaricare dal nostro sito insella.it, cliccando qui). Se non siete in regola Accanto a chi viaggia in regola, c’è anche chi circola con scarichi non omologati. In questo caso la multa è certa, ma si può discutere. Le forze dell’ordine applicano l’articolo 78 del Codice: multa da 419 a 1.682 euro e ritiro della carta di circolazione, ma sarebbe più corretto applicare l’art 72, con multa da 84 a 335 euro. Perché bisogna applicare l’art. 72 Gli argomenti per chiedere l’applicazione dell’art 2 sono: › L’art 72 individua i dispositivi che devono avere le moto per circolare, tra questi gli impianti di scarico, che devono essere omologati, sennò sanzione da 84 euro. › L’art 78 regola invece le modifiche alle caratteristiche costruttive dei veicoli, ma non menziona chiaramente gli scarichi. Interpretando la norma si arriva a sanzionare qualsiasi modifica ma non si può applicare questa norma per gli scarichi quando l’art. 72 prevede espressamente la multa per chi ha scarichi non omologati. Le sigle dell'omologazione Gli scarichi in regola, oltre ad avere la documentazione di omologazione, devono riportare stampigliati sul corpo i codici ufficiali: ci deve essere una lettera “e” seguita dai numeri 5 o 9 che identificano i silenziatori con catalizzatore integrato o meno. -
  20. 1 point
    Primo parcheggio...non volevo lasciarla da sola 🥰
  21. 1 point
    La 250 aveva nel nasello una piccola luce
  22. 1 point
    Grazie a tutti degli interventi. Riassumo alcuni punti : la vespa ha due mesi e 1200 km, quindi a tempo debito, dopo che avrò fatto ancora un pò di strada , chiederò a Piaggio e al concessionario di risolvere il problema definitivamente. vedano loro come. volevo solo cercare di capire in anticipo se sono in sicurezza o meno, e cosa posso tenere sotto controllo . Non posso chiedere al meccanico di fare esperimenti , loro si muovono per come gli dice Piaggio. Mi hanno cambiato già cinghia e rullo centrale , che aveva segni evidenti dello sbattimento della cinghia. Non è un fischio ma un tintinnio di metallo . mi chiedo se la pompa dell'acqua possa avere qualche elemento che ruotando possa tintinnare . o la pompa dell'olio. Provo ad inserire un' altra registrazione, presa da dentro il vano motore. dal cellulare il suono si percepisce bene dal pc forse un pò meno. Grazie ancora. saluti vanomotore.m4a
  23. 1 point
    Non male... Tra le tante è forse la meno peggio... Sarà che non li digerisco proprio questi scarichi sportivi su un mezzo che ha l'eleganza forse come unico pregio.
  24. 1 point
    Bella....la mia potrebbe essere considerata la sua nonna...diciamo un po' svecchiata da me
  25. 1 point
    Concordo in pieno. Tra l'altro occorre dotarsi di dinamometrica per tirare i dadi di fissaggio con la giusta coppia, altrimenti si rischia che il disco lavori storto.
  26. 1 point
    Magari mi sbaglio ma per fare un lavoro del genere mi affiderei a chi lo sa fare senza affidarmi al fai da te. Non è come montare il parabrezza.
  27. 1 point
    Metto anche il video del viaggio
  28. 1 point
    Vero, discussione a cui ho partecipato perché interessato. Il titolo però non è specifico. Deviatore in più per Vespa LX. Difficile che qualcuno possa notarla. Però se vuoi chiudere il thread, no problem, sposto tutto su quella discussione. @sabbb Penso che sia valido anche per la GT. Su LX funziona, su GTS pure... @valdemar Una volta fatto il primo scatto, significa che la levetta si è piegata o spezzata. (non so come sia fatto) Successivamente lo si riesce a premere senza grossi problemi . Nel video ci gioca un po, ma penso che sia per far capire come fare per la prima volta. Ovviamente tutto si può rompere. Farò io da tester e nel caso in cui dovesse rompersi lo farò presente. Qualsiasi modifica di questo tipo comporta sempre dei rischi. Puoi sempre romperlo nel momento in cui apri il tasto per fare lo modifica. Il tutto sempre a proprio rischio e pericolo.
  29. 1 point
    Or dunque messere Maximo, la devo ringraziare per codesto piacere. Magari però, la prossima volta mi indichi un desco appropriato alla truppa
  30. 1 point
    Pino sapevo dell'incursione dello "orde romane" che risalivano attraverso la Val d'Orcia, purtroppo come ti ha detto Xericos ero qui: http://www.arezzoclassicmotors.com avevo comunque dato disposizione alle mie truppe di Radicofani di farli passare senza colpo ferire....... 😉
  31. 1 point
    Lo posso dire? La più bella che ho visto fino ad ora. Complimenti ,buona serata a tutti 🥰
  32. 1 point
    Non male sempre bei posti da vedere e, chi sa, un giorno girarli con la vespa
  33. 1 point
    Anche se il freddo a volte non invoglia troppo, sto continuando a girare vicino a Torino: questa mattina, approfittando di un tempo splendido, ho fatto il giro classico alla Sacra di San Michele passando dai laghetti di Avigliana e tornando a Torino scavallando i 1000m del Colle Braida Il panorama verso le Alpi innevate era veramente bello; girando invece lo sguardo verso la città si vedeva chiaramente lo strato di smog grigio che ci opprime da diversi giorni. Domenica scorsa invece itinerario sulle colline a est della città: cercando strade non ancora percorse mi è molto piaciuto il percorso che collega Rivalba a Castagneto Po: poco traffico, tante curve per una strada che e’ quasi una balconata sulle montagne dietro Torino, ma in generale tutta questa zona vale la pena di essere percorsa.
  34. 1 point
    Primo tentativo lampadina led andato male grr non era giusta la misura..però è troppo bella come lampadina..in compenso ho trovato una lampadina led per la luce di posizione magnifica
  35. 1 point
  36. 1 point
    Qui la procedura senza smontare niente. vista l’età della tua vespa, comprerei prima la vite nuova assieme all’amico guarnizione. Se non sbaglio ci va dell’olio 80w90 per trasmissione. Costo sui 10€ e ti dura una vita.
  37. 1 point
    Gli ammortizzatori, come la frizione in un'auto, non sono componenti che si sostituiscono in base ai km o all'età, così come la loro usura non può essere valutata in base ai km. La valutazione la si fa in base al tipo di percorso e alle condizioni della strada. La mia lx, 10 anni e 19.000km, anteriore andato, ma posteriore buono. L'et4 che avevo in precedenza, presa con 8 anni e 12.000km, entrambi gli ammortizzatori, non scarichi, ma completamente ko. Se il posteriore ammortizza (assorbe le buche) e non molleggia, sono ancora buoni. Fai un test. Ti fai tenere la vespa da qualcuno, da dietro abbassi tutto il posteriore (finché riesci) e poi molli di scatto. Se la vespa torna su dolcemente, sono ancora buoni, se scatta sono scarichi e significa che sta lavorando solo la molla. Se la cambi fra due anni, fai il tagliando classico, cambia l'anteriore e fai controllare le ralle dello sterzo. Non spendere soldi inutilmente. Fra due anni, vedrai se sistemarla o venderla a qualcosa meno.
  38. 1 point
    In un mondo facile troveremo le norme che prevedono l'uso delle luci a Led come il D. M. del 6 novembre del 2013, che è stato promulgato dalla Gazzetta Ufficiale n. 271 del 19 novembre dello stesso anno, ma in realtà spulciando bene la normativa si scopre che si parla delle luci a led diurne, quelle che sono sempre accese anche quando i fari principali non lo sono, in pratica per le vespa dal 2014 sono quelle accanto alle frecce. Esistono ormai lampade a Led omologate, ma non per l'italia, la situazione quindi è complessa, al momento si può riassumere così: Luci a Led diurne, purchè omologate ce, si possono montare Luci per fari a Led, se non previsti all'origine non si possono montare, un po' come succede per gli xeno. Poi ognuno a suo rischio e pericolo decide il da farsi, io cambierei tutto il faro con quello omologato per la vespa Gts Hpe, in questo caso hai un faro omologato, previsto proprio per quel modello, hai un costo più elevato, si parla di circa 200/250 euro, ma di certo hai una omologazione valida a prova di revisione. Alternativa economica, esistono in commercio luci alogene, ma più bianche, quelle che ho montate di serie sul mio beverly, fanno una bella luce bianca e ci si vede molto bene, come marchi ho visto osram e philips, parliamo comunque di lampade che hanno un alto costo e, nate per le auto, vengono vendute in confezione da due
  39. 1 point
    Se non ti da problemi...perchè cambiarla? Soprattutto se sei stato così attento alla manutenzione 🙂 Io ho la GT200 del 2003 a carburatore e non la cambio certo
  40. 1 point
    In Emilia e soprattutto in Veneto i Veci sono coloro che hanno vissuto una vita piena di esperienze e sono coriacei ai fatti della vita... è un complimento non c'azzecca con i vecchi dentro...😉👍
  41. 1 point
    Comunque noi abbiamo questi prodotti per iniettori e pulizia motore. Lo xenum ne vendiamo molto
  42. 1 point
    MassimoBullo si potrebbe essere una giusta analisi, grazie per il tuo intervento 👍 L'ho sempre detto sono ignorante in materia,tutti siamo ignoranti in qualcosa o più di una ,non è mica una vergogna? Sapeste cosa devo vedere io che sono appassionato di informatica (e forse pure bravino) o cosa devo vedere su altre faccende dove io ne so,altri no e viceversa. Cercavo solo di tenerla come si deve.
  43. 1 point
    Ma perchè vi volete complicare la vita?
  44. 1 point
  45. 1 point
    Se aspetti lunedì vedo i prodotti che abbiamo noi e ti dico dosaggio e quantità.
  46. 1 point
  47. 1 point
    Non dimentichiamo quanto costa.... speravo che il modello 2019 non avesse problemi congeniti.... Sono abbastanza arrabbiato. Speriamo si risolva, speriamo..
  48. 1 point
    Io ho avuto una Gt200 dal 2004 al 2014, 130.000 km con pochissimi problemi. Non mi ha mai lasciato a piedi. Chissà se la mia Gts300 farà la stessa riuscita?
  49. 1 point
  50. 1 point
    Salve a tutti e bentrovati, sono Pierluigi (Vespa30), medico cinquantenne, solo per l'anagrafe e felice possessore di una GTS SS 300 da giugno 2016, presa con solo 200 km, ad oggi ne ho percorsi 5.000..... Vespista di lungo corso, dal 1980, la ho acquistata per gli spostamenti a medio raggio (200 km al giorno) che devo fare per lavoro almeno un paio di volte la settimana e per dare un attimo di respiro al mio PX 2001 con all'attivo solo 162.000 km. Possiedo anche una VBB del 1960 che conserva ancora tutto il suo fascino e piacere di guida. Sempre scettico sui monomarcia e vespista vecchia scuola mi sto ricredendo....... spero di potervi essere utile.
×
×
  • Create New...