Vai al contenuto

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di Modernvespa. 
Grazie mille :ciao:

MV-News
  • Collaboratori
  • Siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per la moderazione di alcune sezioni del forum, se hai voglia di partecipare in maniera attiva e diventare parte integrante della struttura di Modernvespa CONTATTACI e, se ritenuto idoneo, potrai far parte dello Staff.

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 23/10/2017 in all areas

  1. 1 point
    Di al santo padre che pe la pagnotta me tocca lavorare tutto il giorno e che per mettere le mani sulla vespa devo aspettare la santa domenica Speriamo bene e incrocio le dita Vi aggiorno comunque Ciao
  2. 1 point
    La GT 200 ha la pompa benzina a depressione. Tanto che ci sei cambia i tubi benzina (diametro 6x9mm) che con il tempo seccano e si crepano (nel mio caso quelli dal rubinetto al filtro benzina erano messi pericolosamente molto male) ed il filtro benzina. Controlla tutto l'impianto perchè se non si crea la giusta depressione la benzina non arriverà al carburatore.
  3. 1 point
    Ciao a tutti, mi presento e porto i miei saluti a tutti i Vespisti.Ieri ho acquistato una Vespa 250 GTS ie del 2007 : mia prima vespa dopo trent 'anni di moto. Che favola ! Veramente bella e veramente divertente. L'ho provata sia su misto che in autostrada e mi ha stupito della regolarità e prestazioni: certo non mi aspettavo le prestazioni da moto ma ho capito perchè ci si innamora della Vespa!
  4. 1 point
  5. 1 point
    ...aggiungo solo un'altra foto della situazione prima e dopo del montaggio filtro aria...stava messo proprio male
  6. 1 point
    Superstizione? No grazie e così ieri, vista la bella giornata, il fatto che non lavoravo ho preso la mia gts e sono andato alla città medioevale di Calcata, mi sono incontrato sul raccordo con un compagno di avventure, che vi ho già portato l'altra volta con la gitarella a Ceri. Il fatto di avere lavori su turni, ci permette ovviamente di fare gite in giorni diversi dalla Domenica, questo comporta meno confusione, meno turisti e ci possiamo godere al meglio quei luoghi abbandonati come sono appunto la Città medioevale di Calcata. Calcata è una piccola cittadina costruita su di uno sperone di roccia, oggi è considerata la città degli artisti e, non di rado, si possono incontrare per le sue strade persone diciamo "particolari" La città ha mantenuto intatta la sua struttura medioevale, un ingresso protetto da mura, che porta nella città vecchia, dove al centro abbiamo la chiesa e, in maniera circolare tutte le altre abitazioni. Calcata purtroppo è costruita su di uno sperone di tufo, in tanti pensano che la lenta erosione ne comporterà, purtroppo la sua fine. Visitata Calcata, abbiamo proseguito verso le Cascate di Monte Gelato, alimentate dal fiume Treja è una struttura che fa parte del Parco suburbano della Valle del Treja, i percorsi al suo interno sono tanti e uno più bello dell'altro, ma purtroppo non avevamo le scarpe idonee per addentrarci al suo interno. Per finire il percorso siamo andata ad un'altra città di origine medioevale Campagnano, dove abbiamo mangiato un pezzetto di pizza a taglio. In questo caso una sola foto visto che a parte la porta di ingresso ha poche cose interessanti
  7. 1 point
    Metto due video, non troppo lunghi della gitarella che ho fatto ieri
  8. 1 point
    Ciao a tutti!! Finalmente è arrivata!! Vi presento la mia vespa sei giorni, per ora ho montato il portapacchi e bauletto originali piaggio e la sella biposto sempre piaggio.
  9. 1 point
    Grazie mille...te lo avrei chiesto....proseguo la discussione li...
  10. 1 point
    Dal sottosella il filtro benzina è quello indicato dalla freccia. L'anello nero è il supporto in gomma che mantiene il filtro in posizione. Il filtro nuovo (è di un tipo universale e pertanto lo trovi anche negli autoricambi a pochi euro) si presenta così e va montato seguendo l'indicazione della freccia di scorrimento del carburante impressa sulla plastica. Per il montaggio è' più agevole l'accesso dal basso dopo aver smontato la pompa del carburante (in quanto se non ricordo male le stesse viti della pompa reggono anche il supporto filtro. Ogni parte terminale dei tubi benzina deve essere fissata con una fascetta adatta per evitare (pericolose) perdite. Se devi cambiare la pompa aggiungerci il cambio tubi e filtro è solo 10% di lavoro in più (la rogna maggiore è svuotare la benzina).... quindi tanto che ci sei fallo senza esitazione. I tubi da sostituire (in quanto invecchiano e si danneggiano sono quelli che vanno dal rubinetto al filtro (trasparenti); al contrario quelli dal filtro al carburatore (neri) non mi hanno dato problemi.
  11. 1 point
    Ciao caro!! Ma lo so benissimo che non c'è polemica nelle tue parole! Il mio era uno sfogo di ieri sera, ... una serata tristissima - poi ovviamente c'è ben altro di cui preoccuparsi in Italia ! Devo dire però che, come la storia della Costa Concordia rappresentava, in un certo senso, un modo di gestire le cose da parte di certi "responsabili", così, ieri sera, mi sa tanto di certo modo di fare un po' "all'italiana", cioè con scarsa professionalità e serietà, ma sperando sempre nell'improvvisazione e nel "miracolo". Credo che per raccogliere qualcosa, al di là della buona sorte, si debba seminare molto. Ciao Pino
  12. 1 point
    Sinceramente non ho seguito il calcio e se non avessi sentito la radio non saprei rispondere a questo post, purtroppo come sempre piangiamo per il calcio, quando sinceramente ci sono tanti problemi più seri. Abbiamo perso, non andremo ai mondiali? Scusate la franchezza ma la mia risposta è sti MAZZI. Non che ce l'abbia con Pino, che stimo e trovo una persona simpaticissima, ma dai pensiamo a risollevare l'italia. Pino non ce l'ho con te ovviamente un abbraccione, meglio di no altrimenti ti rompo
  13. 1 point
  14. 1 point
    Ciao e ben arrivato, anche io sono di Roma, magari ci si potrà incontrare
  15. 1 point
    come da titolo,: https://www.ricambi-piaggio.it/ ricerca per modello, cilindrata e anno
  16. 1 point
    Domani si doveva fare una gita in vespa, ma il meteo non pare essere benevole e, dopo la tanta acqua presa la domenica scorsa, abbiamo desistito, però oggi c'era il sole, sto nel gruppo lml, il px indiano, e sento un ragazzo che dice, oggi vado a Ceri, Ceri è un piccolo borgo mediovale nel comune di Cerveteri, non troppo distante da casa mia, lo contatto e dico vai a Ceri? Mi dice vuoi venire anche te? Alla fine il tempo di fare una doccia, prendere la macchina fotografica e le telecamere ed esco di casa. L'appuntamento è ad un Bar a Torrimpietra, 24 km da casa mia, sono le 911, devo starci alle 930, arriverò con 4 minuti di ritardo, grande lml, che con i sui 170.000 km all'attivo, ancora va che è una meraviglia, una pedivellata ed è partita subito, mi sono messo sul raccordo a 105 e poi sull'Aurelia a 100. Mi vedo al Bar con Anthony, caffettino e poi si va a Ceri al borgo che dista 14 km, in totale oggi farò solamente 68 km, però tenendo conto che non era previsto mi posso accontentare. Cosa simpatica, presi dall'euforia degli scatti siamo entrati in una proprietà privata, accorgendosi che è una strada chiusa, usciamo ed un signore, ci chiede dove volevamo andare, con tutta onestà gli diciamo che volevamo fare qualche scatto, un po' stranito ci dice che è una porprietà privata, mi scuso dicendo che non lo sapevamo, pensando che la cosa era finita la, ed invece incuriosito dalle vespa, dal fatto che educatamente ci siamo scusati ci fa entrare nel suo bellissimo b&b e ci porta nel giardino che da su una vallata e, ci racconta che è un territorio etrusco, con ancora tante tombe, insomma un fuori programma simpatico e cortese, con visita anche delle vespa del figlio, essere edicati premia sempre alla fine, abbiamo infatti fatto foto particolari. Penso che il posto sarebbe piaciuto molto a Pino Vi metto foto e video La persona con cui ho condiviso questa breve uscita
  17. 1 point
    Ciao ragazzi oggi, anche se il tempo non è stato particolarmente favorevole, siamo usciti in vespa, in realtà avrei dovuto prendere la lml, il px indiamo, ma il tempo incerto mi hanno fatto, saggiamente, prendere il mezzo più sicuro. Anche se devo stare attento con l'acqua, visto che pare che proprio non gli piaccia. Prima tappa benzinaio solito vicino casa e relativa colazione, dove mi incontro con alcuni lmlllisti, che ancora non ho mai presentato in questo forum. Giuseppe e Antony, fatta colazione si prende il raccordo o autostrada A90 in direzione Via dei Laghi, ma prima altra tappa a Spazio Ardeatina per una seconda colazione, sarà il freddo, non lo so ma oggi si è mangiato un casino, quindi ci si incontra con Paolo, altra colazione anche se io mi sono rifiutato, Paolo sarà con noi fino a Castel Gandolfo e poi tornerà a pranzo a casa, giunti a Castel Gandolfo ci siamo visti con un altro lmllista Lionardo che però, causa tempo incerto è arrivato in auto, qui si è fatta altra colazione, sempre loro io ero già bello pieno da Spazio Ardeatina. Quindi veloce giro per Genzano e poi a pranzo, dove si è mangiato veramente tanto. come sempre metto qualche scatto.
  18. 1 point
    Io invece, visto che in tutta l'estate per vari motivi sono andato poco in Vespa, adesso e fino al vero freddo credo che la userò un po' di più.
  19. 1 point
    La lampada postata è ottimale, anche per fare una qualsiasi cosa in caso di necessità, non si sa mai
  20. 1 point
    Ma se uno non è credente? Torniamo al mo so....
  21. 1 point
    no no.. non scherziamo!!! Il portapacchi mi serve per questioni pratiche ma solo con il ragno, niente bauletto!!
  22. 1 point
    Dimenticavo... Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  23. 1 point
    Tienici aggiornati allora! In effetti...appena finita la garanzia penso che qualcosa farò! e pensavo anche al bitubo appena l originale avra finito il suo lavoro!
  24. 1 point
    dai siamo onesti.. 110 x un 300cc?? E' semplicemente ridicolo, non sono un sostenitore dell'alta velocità ma un 120/130 me li dovrebbe garantire, anni fa avevo lo ZIP 50 di serie solo senza strozzature che faceva gli 80.. 110 è umiliante..
  25. 1 point
    Ciao ragazzi, ieri ho fatto questo raduno a Poggio Mirteto, purtroppo, abbiamo un pelo ritardato l'arrivo e mi sono dovuto accontentare di rincorrere il gruppo che era appena partito, quindi per una volta ho poche foto. Anche se il percorso è stato molto carino, la Salaria è un po' monotona ed è quella che ultimamente ho già portato più volte nel forum, un lungo e rettilineo, mentre molto carina era la salita da PassoCorrese verso Poggio Mirteto, tutte curve dove la mia Gts si è comportata egregiamente, anche se ho scoperto il limite della ciclistica, soprattutto per quanto riguarda l'ammortizzatore posteriore, che tendeva ad andare a tampone, forse lo devo irrigidire, mentre l'avantreno, anche se leggero, questa volta copiava bene le curve permettendomi di pennellarle bene, ovviamente sono a bordo di una vespa, ma sono sicuro che con ammortizzatore più frenati, riesca a dare del filo da torcere. Metto i pochi scatti che ho fatto Le foto che vengono ora non sono mie Foto mie Le Bielle con le Pappardelle
  26. 1 point
    Be non posso che ricambiare il piacere di averti conosciuto, come giustamente hai detto era come se ci conoscessimo da tempo, mi dispiace che ho messo all'angoletto la tua famiglia, con cui ho veramente parlato poco, ma si sa la vespa è la vespa e ti fa partire nel chiacchierare.
  27. 1 point
    Piccolo viaggio in una bellissima regione Toscana, non troppo distante da Roma, l'Argentario, che deve il suo nome alle miniere di Argento presenti sul territorio, si trova all'estremità meridionale della Toscana, nella maremma Grossetana. Il viaggio vede i soliti noti con l'aggiunta di due anzi tre, personaggi che non vi ho ancora presentato, Roberto e Adriano, il primo di Roma ed il secondo oriundo del posto, che non sapendo cosa fare si è sciroppato il viaggio fino a Civitavecchia dove ci siamo incontrati. La località è molto bella, meno la giornata che si presentava alquanto brutta e nuvolosa, che poco si adatta al posto tipicamente turistico, luogo di vip famosi, come Raffaella Carrà, Renato Zero, Marylin Monroe e tanti altri personaggi più o meno noti. Si parte da P.zza Ormea, per proseguire tramite l'Aurelia verso la Toscana, attraversando i Ladispoli, santa Severa, santa Marinella e arrivando a Civitavecchia dove incontreremo Adriano e con lui proseguiremo il viaggio verso Orbetello per poi attraversare la laguna ed arrivare a Porto Santo Stefano. L'idea iniziale era di vedere il porto e poi andare a mangiare dai frati, purtroppo la giornata o il periodo scelto fa si che li troviamo chiusi e, quindi, opteremo per un altro ristorante vicino Orbetello. ovviamente non mancherà la passeggiata su la panoramica, fino alla parte chiusa, se si potesse percorrere tutti si arriverebbe tranquillamente a Porto Ercole, ma i due comuni non si sono mai messi d'accordo per aprirla e, forse è stato un bene, meno bello invece vedere dal punto più alto, la nave Concordia ferma come un animale ferito, all'epoca aveva destato grande clamore sia per l'inquinamento ambientale, ma soprattutto per i tanti morti, ormai fa parte della storia e si è quasi dimenticato tutto, ma io non dimentico. Metto qualche scatto Civitavecchia Argentario Gatto molto curioso della mia Lml Panoramica dalla parte dellì'Argentario
  28. 1 point
    Mitico il micetto vespista!!! Arriviamo!! Siamo in treno! Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  29. 1 point
  30. 1 point
    Bellissimo!! Riapre l'Archivio storico Xericos !!! Un patrimonio di ricordi e immagini per il piacere di andare a spasso, ad uso di chiunque si voglia lustrare gli occhi Ciao Pino
  31. 1 point
    Ricomincio con il postare un po' di foto di uscite che ho fatto anni fa, in questo caso la gita era per andare a vedere le cascate di Castel San Giuliano. Frazione della provincia di Roma nel territorio del comune di Bracciano, oggi fa parte di un progetto di riqualificazione per trasformarlo in parco. Anche in questa zona, come a Castel di Guido, sono state trovate indizi relativi alla presenza del lupo, che dovrebbe aver colonizzato in epoca remota la zona e, con il crescere delle abitazioni, ne è rimasto bloccato, purtroppo abbiamo solo avvistamenti e non prove certe della sua reale presenza, è anche vero che potrebbe trattarsi dello o degli stessi lupi presenti a Castel di Guido, visto che la distanza non è poi così enorme. Comunque torniamo a parlare di Vespa, che credo sia più interessante. Il tutto nasce con l'incontro casuale tra Stefano e Paolo, i due si incontrano al semaforo, chiacchierano dei due mezzi, Stefano attratto dalla Vespa 4 tempi (una lml per la precisione) e Paolo della sua Vespa del 1983, diventano amici, si incontrano altre volte, me li presenta e da li, decidiamo di farci una gita in Vespa, non conoscendo molto la resistenza, si decide quindi per una meta non troppo lontana. Ed ecco che arriviamo a Castel San Giuliano, nel giorno più errato possibile, il tempo non dei migliori, ma soprattutto c'erano i cacciatori che sparavano al cinghiale. Potete immaginare come abbia affrontato volentieri il passare nei boschi, anche se siamo rimasti sul sentiero indicato, ero parecchio teso. inoltre il fango copioso non ci faceva camminare al meglio, comunque alla fine siamo arrivati sani e salvi alle cascate. Purtroppo Paolo non l'ho più visto, so che si è comprato una royal enfield, ma sinceramente non ho più avuto modo di frequentarlo se non per qualche caffè, mentre Stefano e la compagna li frequento ancora, l'unica nota negativa è che a Stefano hanno rubato la Vespa celestina e quindi non è più uscito in Vespa, ma solo in auto, mentre la mia Vespa 250 è stata sostituita con il 300 che ho attualmente. Vi metto qualche scatto Arrivo al Borgo Il bosco Gli amici con cui ho condiviso la gita Il sentiero con il pascolo alla nostra destra Si cammina tranquilli, perchè le mucche sono dall'altra parte della palizzata, le ultime parole famose Finalmente dopo aver camminato circa un'oretta siamo arrivate alle cascate Si ritrona quindi a prendere il nostro cavallo meccanico, anche se avrei preferito salire su questo e continuare nei boschi
  32. 1 point
    Belle foto e bellissima zona!! ne sono innamorato..Montalcino,Pienza,San Quirico,Montepulciano..meravigliose e quest'anno è gia la seconda volta che vengo..il sogno è trasferirmi lì!! poi con la vespa è uno spettacolo.Ti invidio un pochino,in senso buono! un saluto..
  33. 1 point
  34. 1 point
    Nella GTS 2017 la presa antifurto rimane dietro il blocchetto dell'ABS quasi sotto il clacson, veramente infame come posto, io sono riuscito ad accedervi solo dal lato destro sotto il serbatoio del liquido refrigerante.
  35. 1 point
    Nelle GTS più vecchie la presa antifurto è dietro una paratia nello sportellino di sinistra, non si vede subito ma c'è. Non se se dopo il 2017 l'hanno spostata o eliminata. Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk
  36. 1 point
    Io l'antifurto ce l'ho montato e comunque ci sono lievi differenze tra il modello pre 2017 e dopo tale data
  37. 1 point
    Come da titolo questo video permette di capire come montar frecce a led, presa accendisigari e luce a led
  38. 1 point
    Hai ragione, anche io la Vespa la uso con la mia signora per andare "a spasso" come ho sempre usato le altre vespa, ne ho una collezione completa dalle 50 anni 60 ad un bellissimo px 200 freno a disco sella doppia ecc. ecc. ma come detto da altri, il limitare un 300 a 115/120 km orari mi pare limitativo dato che questo motore rispetto all'equivalente di marche giapponesi piuttosto che altre europee italiane ecc. va molto più piano e avere un margine di gas da poter dare quando si sorpassa in autostrada o superstrada farebbe davvero comodo. Ovviamente al 90% vado a 60-70 e mi godo il panorama e al massimo vado a 100/110 ma, come detto, essendo il mezzo adatto, vorrei qualche cavallo in più per allungare se necessario. Il GTS per i miei gusti ha forse troppa coppia e poco allungo...
  39. 1 point
    Bohhh!!! forse sono io che non ho capito niente! Ma secondo me uno che vuole andare a 100 - 120 - 130 km/ora e spremere adrenalina dalle surrenali non c'entra con la Vespa. Per me la Vespa è il piacere di andare per il mondo, fermarsi a goderne le bellezze e rilassarsi, percorrere gli itinerari più ameni evitando lo stress e la noia delle autostrade. Rispetto i gusti degli altri, ma sono fermamente convinto di continuare con la mia filosofia Saluti a tutti
×